Gabriele Antonucci

-

Le ultime edizioni del Festival di Sanremo hanno lasciato poche tracce nella memoria collettiva, mentre alcune canzoni, soprattutto del passato meno recente, sono entrate di diritto nella storia del costume e dello spettacolo del nostro Paese.

Una vittoria a Sanremo non è più, oggi, garanzia di successo e di vendite milionarie, ma è certamente un ottimo trampolino di lancio, soprattutto per i(pochi) giovani artisti in gara in questa 68esima edizione del festival. 

Tra i big di quest’anno, solo Enrico Ruggeri (Decibel), Ron, Luca Barbarossa, gli ex Pooh Facchinetti, Red Canzian e Riccardo Fogli hanno già vinto la kermesse.

Ma chi sono gli artisti che hanno vinto più volte il festival della canzone italiana?

Claudio Villa è il recordman di Sanremo, vinto in quattro edizioni: nel 1955 con Buongiorno tristezza insieme a Tullio Pane, nel 1957 con Corde della mia chitarra in coppia con Nunzio Gallo, nel 1963 con Addio…addio accompagnato da Domenico Modugno e nel 1967 con Iva Zanicchi cantando Non pensare a me.

Secondo posto per Domenico Modugno, che ha vinto tre volte la kermesse: nel 1958 con Johnny Dorelli con l’iconica Nel blu dipinto di blu, l’anno successivo sempre con Dorelli con Piove e nel 1966 insieme a Gigliola Cinquetti quando interpretò Dio come ti amo.

Iva Zanicchi è la donna con il maggior numero di vittorie a Sanremo, ben tre: nel 1967 con Non pensare a me, nel 1969 con Zingara insieme a Bobby Solo e nel 1974 con Ciao cara come stai?.

Sono nove gli artisti ad aver vinto due edizioni del Festival: Nilla Pizzi (Grazie dei fiori nel 1951 e Vola colomba nel 1952), Johnny Dorelli (Nel blu dipinto di blu nel 1958 e Piove nel 1959); Bobby Solo (Se piangi se ridi nel 1965, Zingara nel 1969); Gigliola Cinquetti (Non ho l'età nel 1964, Dio come ti amo nel 1966); Peppino Di Capri (Un grande amore e niente più nel 1973, Non lo faccio più nel 1976); Nicola Di Bari (Il cuore è uno zingaro nel 1971, I giorni dell'arcobaleno nel 1972); Matia Bazar (…E dirsi ciao nel 1978,Messaggio d'amore nel 2002); Anna Oxa (Ti lascerò nel 1989, Senza pietà nel 1999); Enrico Ruggeri (Si può dare di più nel 1987, Mistero nel 1993).

Chi vincerà, quest’anno, il Festival più amato d’Italia?

© Riproduzione Riservata

Commenti