Il leader della Lega Matteo Salvini si è recato, su segnalazione di una residente, a citofonare ad una casa del quartiere Pilastro di Bologna per chiedere se lì qualcuno spacciasse. Salvini dice: «Ho citofonato a un signore che è stato segnalato come presunto spacciatore per chiedergli se spaccia o non spaccia. L'ho fatto in qualità di cittadino. Mi volevo togliere la curiosità, se una signora di 70 anni mi dice 'Mi minacciano di morte perché lì spacciano', di citofonare chiedendo 'Lei spaccia?'».

Ma le polemiche sul suo gesto sono scoppiate immediatamente soprattutto per aver violato la privacy di queste persone. Il tutto infatti è avvenuto in diretta social

Guarda anche

Le Magie Dell'acqua Ghiacciata

None

Il Nuovo Misterioso Virus Di Pechino

None

Violenta Grandinata A Canberra

None

Lo Zoo Lager In Sudan

None

Il Premier Conte Non Trova Posto In Prima Fila Alla Conferenza Di ...

None