dpcm covid bar ristoranti
(Ansa)
dpcm covid bar ristoranti
Politica

Le norme del nuovo Dpcm del 25 ottobre

Bar e ristoranti chiusi alle 18, stop a palestre e piscine, scuole superiori a distanza. Ecco cosa prevede il Dpcm firmato oggi dal premier

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm contenente norme più restrittive contro il Covid visto che i casi nel paese non sembrano arrestarsi. Un decreto con molte norme e anche tante «raccomandazioni».

Il Dpcm 25 ottobre

DPCM 25 ottobre.pdf

Coprifuoco

Non sono previste limitazioni al movimento dei cittadini. Si raccomanda però di evitare spostamenti dal proprio paese se non per motivi di estrema necessità, di lavoro o di salute (si raccomanda, ripetiamo, ma senza alcun obbligo).

Scuola

Confermata la scuola in presenza per materne, elementari e medie. Per quanto riguarda le scuole superiori l'indicazione è di portare gli istituti a cambiare l'organizzazione della didattica favorendo la didattica a distanza (da portare al 75%) ma anche ripensando gli orari d'ingresso, mai prima delle 9 del mattino, ipotizzando anche turni e lezioni pomeridiane.

Bar e Ristoranti

Bar, ristoranti gelaterie e pasticcerie dovranno chiudere alle ore 18, comrpesa la domenica che in principio doveva essere giorno di chiusura totale Il numero massimo di persone che potranno sedersi ai tavoli scende da 6 a 4. Divieto di consumere cibo o bevande dopo le 18 in luoghi pubblici, anche all'aperto. nessun limite di orario per i ristoranti e bar degli alberghi. L'asporto resta attivo fino alle 24.

Lavoro

Incrementato al 75% il lavoro da casa nella pubblica amministrazione. «Raccomandato» fortemente anche per il settore privato

Feste

Niente feste sia al chiuso che all'aperto, nemmeno se legate a celebrazioni religiose e non come i matrimoni. Per quanto riguarda la gestione della vita in casa propria l'invito è quello di evitare qualsiasi tipo di incontro o invito con persone non conviventi.

Cinema e Cultura

Chiusura da lunedì di cinema e teatri, sale da concerti ma anche sale giochi, sale bingo e locali per le scommesse. Chiuse discoteche, sale da ballo, sia al chiuso che all'aperto. Restano aperti i musei

Sport

Chiusura di palestre e piscine. Chiusi anche gli impianti sciistici. Autorizzata l'attività sportiva individuale all'aperto

Le Regioni si sono opposte a queste proposte ed hanno scritto una lettera contenete dubbi e loro proposte.

La Lettera delle Regioni al Presidente del Consiglio

Lettera-Regioni-Dpcm.pdf

Tra le proposte delle Regioni quelle di mantenere invariati gli orari di apertura di bar e ristoranti, aprire anche gli impianti sciistici mentre forzare la didattica a distanza totale per le scuole superiori.

Nel presentare le nuove misure il premier Conte ha promesso nuovi «contributi a fondo perduto» per le categorie particolarmente danneggiate dalla sospensione o rallentamento delle proprie attività. Soldi che dovrebbero arrivare direttamente attraverso un bonifico bancario preparato dall'Agenzia delle Entrate

Ti potrebbe piacere anche

I più letti