Rita Fenini

-

Con decine di mostre dislocate tra il centro storico della città e la Fortezza Medicea del Girifalco, anche quest'anno torna Cortona On The Move, attesissimo festival di fotografia contemporanea con solide basi nella tradizione e un interesse continuo verso gli sviluppi futuri che, da otto edizioni, anima l'estate cortonese

Quando

Il Festival animerà le strade di Cortona dal 12 luglio al 30 settembre 2018 con un ricco programma di mostre ed eventi

Dove

Oltre ad una serie di esposizioni in programma nelle vie e nelle piazze di Cortona, le mostre occuperanno gli spazi di 5 location storiche

Ex magazzino delle carni
Fortezza del Girifalco
Palazzo Capannelli
Palazzo Cinaglia
Palazzo Venuti

La fotografia è donna ...

Organizzato dall’associazione culturale ONTHEMOVE, con la direzione artistica di Arianna Rinaldo, quest’anno - proprio per scelta della direttrice artistica - il Festival ha voluto focalizzare la sua attenzione e le sue scelte sulle fotografe donne: fotogiornaliste, artiste, documentariste che attraverso i loro lavori raccontano storie intime, private o glabali, del nostro mondo

Le mostre

Fra le tantissime proposte, da segnalare la fotografa israeliana Elinor Carucci con "Getting Closer, Becoming Mother: About Intimacy and Family", progetto fotografico a lungo termine attraverso il quale racconta  la  sua  esperienza  di  donna  e  di  madre

Una narrazione diversa è quella della giordana Tanya Habjouqa, che con "Tomorrow There Will Be Apricots" va ad esplorare l’esperienza personale e familiare delle donne siriane rifugiate nella vicina Giordania.

"Blood Speaks: A Ritual of Exile" di Poulomi Basu è invece un viaggio transmediale sulle donne nepalesi, costrette all’esilio nel periodo mestruale e soggette ad ogni forma di abuso.

Sanne De Wilde, con il progetto "The Island of the Colorblind", ci porta in Pingelap, un piccolo atollo dell’Oceano Pacifico dove gran parte della popolazione è affetta da acromatopsia, una malattia genetica che non fa distinguere loro i colori: la fotografa belga narra attraverso il bianco e nero, gli infrarossi e le foto dipinte a mano il mondo visto dai loro occhi.

Il capitolo oscuro di Guantanamo è il protagonista del lavoro "Welcome to Camp America: Inside Guantánamo Bay" di Debi Cornwall, fotografa statunitense che ha seguito sia la vita dei prigionieri nel campo che quella successiva, una volta assolti e rilasciati.

Guia Besana, con "Under Pressure", indaga l’emancipazione femminile e la sua evoluzione tra i due millenni.

Per realizzare gli scatti di "Fallout", la fotografa documentarista singaporiana Sim Chi Yin ha percorso seimila chilometri lungo il confine tra Cina e Corea del Nord (e attraverso sei degli Stati Uniti) per realizzare una serie di immagini che raccontano l’esperienza degli uomini, passata e presente, in relazione alle armi nucleari.

"The Red Road Project" è invece il lavoro della fotografa italiana Carlotta Cardana, che si concentra sui nativi americani, sulla loro identità e sul tentativo di eliminare la loro cultura perpetrato per sin dalla fine dell’800.

L’esplorazione del tema dell’unicità e della diversità di ogni persona, la connessione tra mondo interno ed esterno è il soggetto scelto dalla giovane fotografa russa Alena Zhandarova per il suo "Puree with a Taste of Triangles"; mentre "Revising History" di Jennifer Greenburg è uno studio sulla fotografia, sulla natura dell’immagine vernacolare e il suo ruolo nella creazione di allegorie e stereotipi culturali.

"Make a Wish" di Loulou d’Aki è un progetto fotografico sulle speranze e i sogni dei giovani, che ha l'obiettivo di diventare una testimonianza dei tempi correnti: al centro del lavoro della fotografa svedese le esperienze delle primavere arabe.

Di particolare interesse la mostra "#instagrampier", di Pierfrancesco Celada, lavoro vincitore del premio Happiness ONTHEMOVE 2017 che verrà esposto in questa edizione del festival: l'Instagram Pier è un molo industriale situato sul lato occidentale dell’isola di Hong Kong, che da qualche anno è diventato famoso con questo appellativo.

Ogni giorno infatti, soprattutto al tramonto, molti instagrammer, fotografi e semplici cittadini attratti dalla suggestiva vista del porto di Victoria, si riuniscono al molo per scattare selfie e foto panoramiche.

Un programma ricco e intenso quello di Cortona On THe Move 2018, una manifestazione aperta a tutti, addetti ai lavori e non, con tanti e interessanti spazi di riflessione e discussione

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

"Fotografia Europea 2018" a Reggio Emilia

Dal 20 aprile al 17 giugno 2018, la tredicesima edizione: quest'anno il tema è “Rivoluzioni – Ribellioni, cambiamenti, utopie”

Wildlife Photographer of the Year: la natura in mostra al Forte di Bard

Ad Aosta, dal 16 febbraio al 10 giugno 2018, l’anteprima italiana della 53esima edizione del più importante riconoscimento dedicato alla fotografia naturalistica

Via Emilia on the road in mostra a Reggio Emilia

In programma fino al primo luglio 2018, un grande evento espositivo che racconta i 2200 anni di vita della grande strada

Commenti