Musica

San Siro: i leggendari concerti che hanno incendiato la Scala del calcio

Dallo show di Bob Marley agli storici live di Springsteen fino ai Pearl Jam. Senza dimenticare Bennato, Liga, Vasco, Negramaro e Jovanotti

MUSICA: BOB MARLEY 30 ANNI DOPO, REGGAE E' NEL MONDO / SPECIALE

Gianni Poglio

-

Si parla in questi giorni della demolizione di San Siro e della costruzione di un nuovo stadio per Milan ed Inter. Le mura e il prato del Meazza hanno ospitato decine di sfide calcistiche che sono nella storia del calcio, ma anche una manciata di concerti leggendari che rappresentano un patrimonio indelebile per la musica. Impressi per sempre nella memoria di chi era presente.

Ne abbiamo scelti 15, unici e indimenticabili.

1) Bob Marley, 29 giugno 1980

Un concerto epico, un evento indimenticabile andato in scena davanti a centomila persone (il più grande show della sua carriera) pochi mesi prima della morte l'11 maggio del 1981. Prima del re del reggae si esibirono Roberto Ciotti e Pino Daniele. In scaletta, tra le altre, I shot the sheriff, Natural Mystic, No woman no cry, Jamming, Zion Train, Redemption Song, Could you be loved e Lively Up yourself.


2) Edoardo Bennato, 19 luglio 1980

Il primo cantautore ma anche il primo rocker italiano a riempire San Siro, autore di album indimenticabili e di un successo da un milione di copie, quello dell disco Burattino senza fili. Il trionfo di un artista ispirato e creativo, fuori dagli schemi. In scena con Edoardo, Enzo Avitabile al sax, Ellade Bandini e Tony Cercola alle percussioni, Mark Harris alle tastiere. 

3) Bruce Springsteen, 21 giugno 1985

Un'esplosione irripetibile di energia e adrenalina. Una simbiosi totale tra artista e fan, uno di quegli spettacoli che il Boss non dimenticherà mai, ma anche uno di quei concerti che cambiano la vita di chi suona e di chi sta in mezzo al pubblico. Tre ore e mezza di puro godimento iniziate sulle note di Born in U.S.A., Badlands e Out in the Street. In chiusura Twist and Shout, Do you love me? e Rockin' all over the world. 

4) David Bowie, 10 giugno 1987

45 mila fan per il tour del Duca Bianco con il palco dominato da un enorme ragno di vetro e da una scenografia maestosa trasportata in giro per l'Europa da una quarantina di tir. Bowie in questa serie di show utilizzava la neonata tecnologia wireless per i microfoni. fu la prima volta dell'artista nello stadio di Milano, accompagnato da una superband che tra gli altri includeva Peter Frampton, Charlie Sexton e Carlos Alomar alle chitarre. In scaletta, China Girl, Modern Love, Loving the Alien, Absolute beginners, Heroes, Fame, Sons of silent age, Let's dance. 

5) Vasco Rossi, 10 luglio 1990

Il primo di una lunghissima serie di trionfi nello stadio milanese (più di 20). Un evento fondante, impresso per sempre nella memoria di chi c'era e in generale dei fan di Vasco. Un sold out clamoroso specie se confrontato con le poche decine di migliaia di fan accorsi a Roma per Madonna lo stesso giorno. La scaletta dello show si apriva con ...Muoviti!, Blasco Rossi, C'è chi dice no e Dillo alla luna. Una parte dello show è presente nell'album Vasco Live 10.7.90 San Siro. 

6) Michael Jackson, 18 giugno 1997

L'ultimo concerto in Italia del Re del Pop. Sono cinquantamila i fan che attendono Michael uscire dalla navicella spaziale piazzata sul palco. Lo show si apre con Scream / They Don't Care About Us / In the Closet seguite da Wanna be startin' somethin' e Stranger in Moscow. Oltre a Bilie Jean, Thriller e Beat it, anche un triplo omaggio agli anni con i Jackson 5: I Want You Back / The Love You Save / I'll Be There.

7) Luciano Ligabue, 27 giugno 1997

Sono trascorsi 22 anni dalla prima volta di Ligabue a San Siro, una prima volta con due date nello stadio milanese e 110 mila fan. Sul palco con il Liga, Federico "Capitan Fede" Poggipollini, Mel Previte, Roby "Sanchez" Pellati e Antonio "Rigo" Righetti. Presenti nella setlist, Buon compleanno Elvis!, Tra palco e realtà, Hai un monento Dio?, Certe notti, Libera nos a malo, Urlando contro il cielo e A che ora è la fine del mondo?  

8) Bruce Springsteen 28 giugno 2003

Uno show reso storico dalla pioggia e dal vento che crearono un 'effetto tornado'. Agenti atmosferici che tuttavia non hanno minimamente rovinato il clima di festa dello show. Tutti sotto l'acqua, compreso Bruce che modifica la scaletta e intona Who'll stop the rain dei Creedence Clearwater Revival. "Che bello essere di nuovo a San Siro dopo 18 anni. Siamo cresciuti insieme. Ma voi siete davvero pazzi" dice dal palco. Chiudono uno show straordinario ed emozionante Dancing in the Dark e Rosalita. 

9) Laura Pausini, 2 giugno 2007

Laura Pausini è stata la prima cantante italiana in grado di riempire la Scala del calcio con il suo indimenticabile concerto del 2 giugno 2007, immortalato nel cd/dvd live San Siro 2007 Oltre 70.000 spettatori provenienti non solo dall'Italia, ma perfino da Messico, Brasile e Giappone, non si sono fatti scoraggiare dalla pioggia battente, cantando per due ore tutti i suoi successi, valorizzati da un enorme palco a forma di vela della larghezza di 70 m e da un impianto audio/video all'avanguardia. «Io sono orgogliosa di rappresentare le mie colleghe italiane che verranno su questo palcoscenico, perché questa sera io sono la prima ma non sarò l'ultima. Questo concerto è dedicato a mia nonna, alla mia amica Antonella e alle donne che hanno due palle così», ha dichiarato la cantante.

10) Negramaro, 31 maggio 2008

La realizzazione di un sogno: essere la prima band italiana ad esibirsi nella Scala del calcio. Fu l'ultima data di un tour trionfale. In scaletta, Cade la pioggia e Safari con Jovanotti, il tributo a Roberto Vecchioni con Luci a San Siro, Via le mani dagli occhi, e Giuliano poi sta male con Mauro Pagani e i Tamburi del Salento. 

11) Muse, 8 giugno 2010

Nessuno, meglio dei Muse, incarna il suono del nuovo millennio, tra rock decadente, lampi di elettronica e suggestioni sinfoniche. Il sound del trio di  Teignmouth, con alle spalle 25 anni di carriera e 20 milioni di dischi venduti, è un ibrido geneticamente modificato di Queen, Jeff Buckley e Radiohead. Indimenticabile la loro esibizione del giugno 2010, con una setlist incentrata sui brani di The Resistance, tra cui spiccavano la title track, Undisclosed desires e United States of Eurasia, anche se è con i grandi successi quali New Born, Starlight e Hysteria che San Siro si è trasformato in un vero e proprio tempio del rock.

12) U2, 7 luglio 2009

Centocinquantamila mila biglietti venduti per le due date al Meazza all'interno dello spettacolare U2 360 Tour. La struttura dello stage, chiamato The Claw, interamente in acciaio, è completamente circondata dagli spettatori. A questo si aggiunge un maxischermo circolare che si alza e si abbassa. Una meraviglia della tecnologia da palco che si aggiunge alla bellezza della musica. L'intro è affidato alle note di Space Oddity di David Bowie. Tra i brani suonati a Milano nelle due sere, No line on the horizon, Beautiful Day, Vertigo, City og blinding lights, With or without You, Moment of surrender. 

13) Jovanotti, 19 giugno 2013

Jovanotti ha comprato personalmente il primo biglietto dell’indimenticabile concerto che ha tenuto allo stadio di San Siro il 19 giugno 2013, postando la foto del ticket sul suo profilo Facebook. Chissà in quanti avrebbero scommesso nel 1987 su quel ragazzo dinoccolato, vestito con l’immancabile cappellino Boy, il chiodo, i jeans sdruciti e le scarpe da basket, che cantava brani leggeri come E’ qui la festa? e Gimme five. L’esibizione di San Siro, da cui è stata ricavato un cd/dvd live, Lorenzo Negli Stadi Backup Tour 2013, è stata una lunga festa attraverso 30 anni di successi: dai brani più recenti che pompano bassi e tastiere elettroniche tipicamente EDM alle romantiche ballad, dalle sonorità latinoamericane ai ritmi sincopati dell’hip hop, dal funky a la James Brown fino all’electropop anni Ottanta. Con una sola costante: impossibile rimanere seduti al proprio posto.

14) Pearl Jam, 20 giugno 2014

Un rito rock and roll celebrato dalla band di Seattle. Sessantamila fan, tre ore di musica e 34 canzoni. Tra le tante, Lighting Bolt, Nothingman, Rockin'in a free world di Neil Young, Alive, Better man, Just Breathe. Epico. 

15) Depeche Mode, 27 giugno 2017

Sono la colonna sonora di più generazioni i Depeche Mode. Si è visto a San Siro davanti a settantamila fan in estasi. Incredibile il finale della scaletta dello show con Enjoy the silence, Never let me down again, Somebody, Walking in my shoes, la cover di Heroes di David Bowie, I feel you e Personal Jesus.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Trenta concerti da non perdere nel 2019

I Muse, Ed Sheeran, Thom Yorke, Scorpions, Fantastic Negrito, l'ultimo tour dei Kiss, Ligabue e Vasco negli stadi e Jovanotti on the beach

Kiss, il tour d'addio arriva a Milano: quali canzoni suoneranno

The end of the road: la band in maschera saluta i fan dopo 45 anni carriera e cento milioni di album venduti: il 2 luglio l'unica data italiana

I 5 concerti più lunghi nella storia del pop-rock

A sorpresa Bruce Springsteen, famoso per le sue maratone rock, è soltanto quinto ex aequo con i The Cure

Depeche Mode: la scaletta dei concerti italiani del 2017

E' partito da Stoccolma il tour della band di Dave Gahan, con i nuovi brani di "Spirit" e un omaggio a David Bowie

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965