in cucina

Cuciniamo insieme: pésca a pèsca

Abbiamo giocato un po’ col nome di questa ricetta perché si tratta di una preparazione gioiosa e giocosa. Ce l’ha suggerita un’amica ristoratrice di Cecina (siamo nella Costa degli Etruschi) che l’ha in carta, ma noi abbiamo fatto un’aggiunta ben riuscita: la gelatina di Gin tonic.


Facile ma di sicuro effetto questa ricetta può servire per un aperitivo, un antipasto, ma anche per un piatto di mezzo in una cena estiva. L’abbinamento pesca pescato è peraltro collaudato da tempo. Noi abbiamo usato il salmone che ci sembra il pesce più armonico in questo incontro, ma potreste usare anche una trota affumicata, delle “foglie” di baccalà a crudo e ben dissalate o uno spada anche da crudo purché tagliato sottilissimo e preventivamente abbattuto e magari ben marinato nel limone, così come un carpaccio di Ricciola.

Ingredienti - 400 grammi di salmone affumicato, due pesche nettarine ben sode, un limone non trattato, due cucchiai di arachidi sgusciate, ma non salate, un cucchiaio di olio extravergine di oliva 4 fogli di colla di pesce, una bottiglietta di acqua tonica, 15 centilitri di Gin di altissima qualità, un ciuffetto di menta, sale e pepe q.b.

Procedimento - Mette a bagno la colla di pesce nell’acqua tonica. Quando i fogli si sono ammorbiditi trasferite tutto in un pentolino, scaldate al massimo a 60 gradi e fate sciogliere completamente la gelatina. Aggiungete il succo di mezzo limone e lasciate freddare. Quando il composto sarà freddo aggiungete il Gin e mescolate. Versate il “cocktail” di gelatina in uno stampo basso e largo e mandate in frigo per almeno due ore. Nel frattempo fate delle fettine quasi a lamella dalle pesche e irroratele con il succo dell’altro mezzo limone per evitare che anneriscano. Sbucciate le noccioline e tritatele grossolanamente. Ora componete il piatto. Sistemate sul fondo le fette di salmone, ricopritele con le fettine di pesca che avrete cura di condire lievemente con l’extravergine, un po’ di pepe e se serve appena un po’ di sale. Ricavate dalla gelatina di Gin tonic tanti cubetti e distribuiteli sopra il salmone e le pesche, completate con le foglie di menta, le noccioline sbriciolate e una grattugiata di buccia di limone. E che l’estate sia!

Come far divertire i bambini - Fatevi aiutare dai piccoli a comporre il piatto, saranno abilissimi a sistemare salmone e pesche.

Abbinamento - Il più consonante è sicuramente con altro Gin tonic, ma se proprio non volete rinunciare a un buon vino il migliore è senza dubbio un Franciacorta saten.

I più letti