in cucina

Cuciniamo insieme: fiori di fichi con ricotta e arachidi

Riconosciamolo: con questo caldo non c’è tanta voglia di stare ai fornelli, né l’appetito chiede piatti elaborati. Si può sopperire però con la fantasia pescando il meglio dalla nostra terra. Così spigolando nella prima Maremma abbiamo trovato due prodotti buonissimi, uno dei quali almeno insolito: i fichi e le arachidi.


I fichi sono i frutti dell’estate per eccellenza, ma hanno anche un significato profondo. Possiamo definirli una sorta di nostro albero del pane perché i contadini erano usi piantarli vicino casa per avere sempre una riserva di energia. I fichi secchi durano tutto l’anno, ci si fa di tutto: dal pane ai dolci. Per questa loro benefica profusione di nutrimento gli alberi di fico al pari dell’ulivo (altra riserva immensa di energia, sostentamento e farmaco dei mediterranei) erano i totem di Athena (o Minerva) dea della saggezza, dell’intelletto e della pace. L’altro prodotto, insolito, che abbiamo trovato sono le arachidi. In Italia non si coltivano in maniera estesa, ma c’è chi ha piantato con successo questi «fagioli» visto che la pianta è una leguminosa. Quelli che noi mangiamo sotto forma di noccioline sono i semi. E anche loro hanno notevoli benefici nutrizionali. Abbiamo così messo insieme fichi e arachidi per affrontare l’estate.

Ingredienti - 8 fichi ben maturi e generosi di proporzione, 200 grammi di ricotta di pecora, 80 grammi di prosciutto toscano Dop, tre cucchiai di olio extravergine, 80 grammi di arachidi, sale e pepe q.b.

Procedimento - Montate in una ciotola la ricotta con un filo d’olio extravergine, pepe e un pizzico di sale fino a ottenere una crema compatta. In un padellino fate diventare croccante il prosciutto che avrete ridotto a fette di circa 3 centimetri di lunghezza e in un altro padellino tostate per un paio di minuti le arachidi che avrete sbucciato. Aprite a fiore i fichi tagliandoli in quattro dalla parte del picciolo. Sistemateli su di un piatto di portata. Riducete a granella le arachidi tostate. Ora con l’aiuto del sac a poche distribuite la crema di ricotta su ogni fico, fate cadere una pioggia di granella di arachidi e mettete la fetta di prosciutto croccante infissa nella crema di ricotta. Fate cadere su ogni fico qualche goccia di olio extravergine e se piace anche un pizzico di pepe.

Come far divertire i bambini - Fate ridurre a loro le arachidi in granella pestandole con un mortaio e fatevi aiutare a guarnire i fichi.

Abbinamenti - Noi abbiamo optato per un Vermentino di Maremma. Vanno benissimo tanto il Falerio dei Colli Ascolani quanto il Bianchello del Metauro.

I più letti