in cucina

Cuciniamo insieme: crackers alla lavanda con mousse di formaggio

Tempo di picnic, di aperitivi in giardino e tempo di lavanda. Non date retta ai francesi che si vantano di avere il primato di questi bellissimi fiori che arrivano fino al blu e al viola intenso. Ce ne sono almeno 25 varietà. Abbiamo perciò pensato di usarla per farne dei biscotti salati che vengono ottimi con questa inflessione di profumo e sono utilissimi in queste sere d’estate. In cucina dunque.


I francesi coltivano soprattutto quello che viene chiamato «lavandino»: ha un cespuglio rigoglioso, ma la spiga contenuta. In Italia le più diffuse sono la Lavanda Spica, la Lavanda vera, la Lavanda Latifolia, la Lavanda dentata e la Lavanda Stoechas. Sono amiche delle api che bottinano volentieri tra queste spighe profumatissime; mettetele in giardino o in un vaso: profumano la vita. Ma sono anche amiche della salute; si riconoscono alla lavanda (meglio all’olio essenziale) proprietà sedative, antispastiche, antinfiammatorie, antimicrobiche e perfino anti-colesterolo. Abbiamo perciò pensato di usare la lavanda per farne dei biscotti salati che vengono ottimi con questa inflessione di profumo e sono utilissimi in queste sere d’estate. In cucina dunque.

Ingredienti - 100 grammi di farina 00, 100 grammi di farina 2 o multicereali, 50 grammi di olio extravergine di oliva più altri 4 cucchiai, 50 millilitri di vino bianco o rosato, la punta di un cucchiaino di lievito istantaneo per preparazioni salate, la buccia grattugiata di un limone non trattato, i fiori di almeno 10 spighe di lavanda, due cucchiai di latte (facoltativi), sale e pepe qb, una decina di olive 5 pomodorini ciliegini, alcune foglie di menta e di maggiorana, un mazzetto di erba cipollina, 150 grammi di robiola, 150 grammi di formaggio caprino fresco.

Procedimento - Nella planetaria o in una ciotola impastate le due farine con l’olio extravergine, il vino, una presa di sale e di pepe, la buccia del limone, il lievito e i fiori di lavanda. Lavorate a fondo fino a creare un impasto omogeneo, elastico e compatto. Ora mettete l’impasto tra due fogli di carta forno e stendetelo col mattarello fino ad avere una sfoglia alta all’incirca mezzo centimetro. Dividete la sfoglia in tanti quadrati, o losanghe, o cerchi come preferite con l’aiuto della specifica rotella o di un coppapasta. Infornate a 180 gradi per una mezz’ora o fin quando i crackers non saranno ben dorati e croccanti. Ora dedicatevi a preparare la mousse. Tritate finemente le erbe (maggiorana e menta insieme e l’erba cipollina a parte), denocciolate le olive e tritale, tritate anche i pomodorini. In una bastardella montate aiutandovi con la frusta, la robiola con due cucchiai di olio extravergine di oliva e (se serve) un cucchiaio di latte, ripetete l’operazione con il caprino. Ora dividete le due mousse in quattro piccoli contenitori e aromatizzatele con le erbe, le olive e i pomodorini. Sfornate i carckers, lasciate intiepidire e servite accompagnando con le mousse.

Come far divertire i bambini - Fate aromatizzare a loro le mousse con i diversi ingredienti. Se sono più grandicelli fate fare proprio a loro le due creme di formaggio.

Abbinamento - Abbiamo scelto un Prosecco Doc in rosa, va benissimo il Lambrusco metodo classico rosato o se volete qualsiasi spumante rosato.

I più letti