Serie TV

Il commissario Montalbano: tutto su La luna di carta

Rai 1 ripropone uno degli episodi cult della serie con Luca Zingaretti, in onda lunedì 20 maggio. Guest star della puntata, Francesca Chillemi e Antonia Liskova

Il commissario Montalbano Luca Zingaretti

Francesco Canino

-

Continua a macinare ottimi ascolti "La primavera di Montalbano", il ciclo con dieci episodi cult de Il Commissario Montalbano trasmesso da Rai 1. Il penultimo appuntamento, in onda lunedì 20 maggio, prevede la messa in onda de La luna di carta, la puntata che fa parte della settima stagione della fiction con Luca Zingaretti. Ecco le anticipazioni.

Il commissario Montalbano, tutto su La luna di carta

In commissariato arriva Michela Pardo (Pia Lanciotti) e la visita sconvolge la vita di Montalbano (Luca Zingaretti): il fratello della donna, l'informatore scientifico Angelo (Ludovico Caldarera) è stato ritrovato cadavere, freddato con un colpo di pistola sulla fronte nel soggiorno della sua abitazione alla periferia di Vigata. Il poliziotto indaga e scopre che Pardo era un medico poi radiato dopo aver praticato un aborto clandestino e coinvolto nel traffico di droga per conto di una famiglia mafiosa locale.

Tutto conduce a una pista passionale, visto che Pardo ha avuto numerose amanti. Così Montalbano prosegue le indagini, interrogando le donne legate al morto: la prima è la sensuale Elena (Antonia Liskova), l’amante dell'uomo morto, poi c'è la vecchia fidanzata Teresa (Francesca Chillemi), con la quale avrebbe dovuto avere un figlio e ancora Michela, legata morboamente al fratello, beccata a dissimulare alcune prove.

 

Elena, Teresa e le principali indiziate

Con l'aiuto dei fidati Fazio (Peppino Mazzotta), Mimì Augello (Cesare Bocci) e Catarella (Angelo Russo), Montalbano prosegue le indagini e ritrova alcune lettere in cui Elena manifesta la sua gelosia nei confronti di Angelo, anche se poi si scopre che la donna - che non fa nulla per discolparsi - le aveva scritte sotto dettatura di quest'ultimo. 

Il commissario rifiuta le facili scorciatoie e, mettendo insieme tutti gli elementi raccolti, riesce alla fine a mettere alle strette il vero colpevole dell'omicidio nonostante le principali indiziate provino a fargli credere che "la luna sia di carta", metafora che rievoca un tenero episodio dell’infanzia di Montalbano.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti