Cavani al Psg? Un affare per il Napoli

La cessione del "matador" ricorda tanto duella dell'Inter di Ibra. E sappiamo tutti com'è finita

Edison Cavani alla Confederations Cup (Credits: Clive Mason/Getty Images)

Estate 2010. L'Inter di Mourinho vince lo scudetto all'ultima giornata con una doppietta di Zlatan Ibrahimovic che però ha il mal di pancia. La tifoseria è divisa: Mourinho e la società no. Così Ibra parte, destinazione Barcellona (dove fallirà). L'Inter incassa 70 milioni con i quali acquisterà: Eto'o, Sneijder, Milito e Thiago Motta; e fu "Triplete".

Estate 2013. Il Napoli conquista il secondo posto grazie ai gol di Cavani. ma il "matador" ha il mal di pancia. La tifoseria è divisa, non però il suo presidente. Aurelio De Laurentiis è uno dei pochi che ci sa fare: "nessun faccia a faccia. Volete Cavani? c'è una clausola, sono 63 milioni di euro netti". Ed è proprio quella la cifra che Leonardo ieri ha scritto sull'assegno con il quale il Paris Saint Germain si è preso l'attaccante uruguaiano.

Ora, il tesoretto è di quelli allettanti. Giochiamo?

Con 25 milioni prendi Jovetic dalla Fiorentina (e lo soffi alla Juventus, diretta rivale in campionato)

Con 15 milioni prendi Dzeko dal Manchester City. E per l'attacco, come dire, siamo a posto

Ma di milioni ce ne sono ancora 23.

Astori, difensore del cagliari, costa sugli 8 milioni. Lo vuole il Milan che però pagherebbe a rate. Presentandosi da Cellino con i contanti in mano il problema non si pone.

Restano 15 milioni. La cifra con la quale il Chelsea sta per chiudere per Daniele De Rossi.

Morale: via Cavani, dentro Jovetic, Dzeko, Astori e De Rossi.

Ovvio, è solo un gioco. Ma a volte giocando si vince anche il Triplete

© Riproduzione Riservata

Commenti