Calcio

Pallotta sulla squalifica della sud: "Siamo stufi di questi idioti"

La curva giallorossa a porte chiuse per un turno. Il patron si sfoga a Roma Radio: "Non è giusto che a pagare siano tutti gli abbonati"

pallotta_city

Matteo Politanò

-

La Roma paga con una giornata di squalifica alla curva sud gli striscioni esposti durante Roma - Napoli. Il giudice sportivo non ha fatto sconti sulle scritte che prendevano di mira la mamma di Ciro Esposito, il tifoso azzurro deceduto in seguito agli incidenti che hanno preceduto la finale di Coppa Italia dello scorso 3 maggio tra Fiorentina e Napoli. Furioso il presidente giallorosso James Pallotta che ai microfoni di Roma Radio ha espresso tutta la sua rabbia verso quei "pochi idioti" che hanno esposto lo striscione. 

La Roma paga gli striscioni: Curva Sud chiusa per un turno

"Siamo molto frustrati e delusi per la decisione di oggi. Noi come club non abbiamo il potere di fermare tutto questo: gli steward all'interno dello stadio non hanno l'autorità per intervenire in simili situazioni. All'esterno, prima del match, abbiamo bloccato ogni tipo di striscione, ma all'interno non abbiamo nessun tipo di controllo sulla sicurezza che è l'unica a dover scegliere di intervenire".

 

"Non è giusto che tutti i nostri tifosi debbano essere puniti per colpa di pochi idioti che frequentano la Curva Sud. E sono sicuro che la maggior parte dei tifosi della Roma si sia stufata di questi idioti - ha prosegutio Pallotta - Ora sta a noi, non solo a Roma ma in tutta Italia, provare a farli smettere".

© Riproduzione Riservata

Commenti