Facebook-notifiche
Life

"Sfida accettata", ecco cos'è la challenge Facebook del momento

Le bacheche Facebook sono invase di foto di gioventù dei propri contatti incorniciate dal misterioso status

Foto sgranate, in bianco e nero, fotografate con lo smartphone da qualche vecchio album impolverato. Sono quelle che compaiono sulla stragrande maggioranza delle bacheche degli utenti Facebook in questi giorni.

"Sfida accettata"

Sopra la foto lo status recita: "Sfida accettata". Qualora si avesse la maleaugurata idea di mettere un like sotto a quella foto si riceverebbe un messaggio con più o meno questo contenuto: "Dato che hai messo Mi piace alla mia foto, ora devi postarne una in bianco e nero, scrivendo 'Sfida accettata'. Riempiamo Facebook di foto in bianco e nero per mostrare il nostro supporto alla battaglia contro il cancro. È questa la sfida.Quando i tuoi amici metteranno Mi piace al tuo post, invia loro questo messaggio".

Da dove parte

La challenge solidale, che non è la prima e non sarà di certo l'ultima, è partita dall'India qualche settimana fa e si è diffusa a macchia d'olio in tutto il mondo arrivando anche in Italia dove è diventata oggetto di dibattito social-mediatico.

LEGGI ANCHE: "Mannequin challenge: i 10 migliori video"

LEGGI ANCHE: "Nel mondo è ice bucket challenge mania"

A fronte delle migliaia di persone che hanno sposato la causa - per quanto sulla sua effettiva utilità i dubbi non siano pochi - ce ne sono altrettante già stufe del tormentone tra chi sceglie l'ironia per rispondere all'appello postando foto di animali, di fotomodelle giovani e da sogno o addirittura di spermatozoi ("Questo sono io da piccolo" ha scritto qualcuno) e chi invita i soliti brontoloni del web a prendere la catena per quello che è - un tormentone passeggero - e non fare troppa filosofia.

Nel giro di qualche settimana anche queste challenge finirà nel dimenticatoio così come la spinta che le ha dato inizio. Meno retorica social e più fatti sarebbero senza dubbio di maggiore utilità per qualunque battaglia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti