Panorama d'Italia e Ibm rispondono agli imprenditori

Durante le tappe del tour porte aperte alle domande su come il cloud computing può aiutare le imprese. Come partecipare

Cloud-2

– Credits: iStock. by Getty Images

Sergio Luciano

-

Lo sapete che il cloud computing è, oggi, il “luogo” dove si possono e si devono gestire tutti i problemi e tutti i desideri di sviluppo del business della vostra azienda? Ma certo che lo sapete, se siete imprenditori. O meglio: lo sapete almeno per sentito dire. Salvo pochi fuoriclasse, l’esplosione del nuovo know how digitale, proprio negli ultimi due o tre anni, è stata tale che tra i “non addetti ai lavori” sono ancora un piccolo numero quelli rimasti aggiornati.

È anche per questo che Panorama d’Italia e Ibm hanno deciso di offrire, in tutte le “tappe” dell’edizione 2018 del Tour, un’opportunità di verifica e di incontro su questo tema agli imprenditori delle sei città che la “carovana” degli eventi del nostro settimanale toccherà. 

Equesto che leggete è un appello agli imprenditori di Firenze, dove il Tour esordirà mercoledì 11 aprile: se avete domande, spunti, quesiti, sogni nel cassetto relativi allo sviluppo del vostro business nel quadro del nuovo “mondo digitale”, ecco l’occasione per sottoporli all’Ibm che, con i suoi  esperti, tratterà i temi dell’innovazione partendo dagli spunti dei lettori.

Scrivete per raccontarci la vostra realtà e le vostre esigenze rispetto ai progetti digitali che state realizzando o di cui avete bisogno. Potete porre qui la vostra questione e mercoledì 11 aprile avrete le vostre risposte, oppure potete porle in diretta a Firenze, in un evento che avrà luogo alle 18:30 presso il Dome in via Il Prato 18/r.

"Oggi in Italia le aziende conoscono il cloud, ne parlano e, soprattutto, lo stanno adottando", spiegano in Ibm: "Ci sono migliaia di imprese che già lo hanno integrato all’interno dei propri processi e delle proprie infrastrutture IT. Ce ne sono altre che stanno portando avanti sperimentazioni. Tuttavia non tutte le aziende sono consapevoli che il cloud può cambiare in modo radicale gli scenari competitivi, abilitando modi più efficienti e innovativi di fare business, creando valore, migliorando e ottimizzando il modo di interagire con clienti e partner a livello globale".

Ibm, che ormai definisce se stessa come Cognitive Solutions and Cloud Platform Company, aiuta ogni tipologia di azienda a cogliere tutto il potenziale del cloud a sostegno dell’innovazione. E i numeri lo dimostrano: non è un caso che il 2017 sia stato un anno determinante, per il gruppo, che ha portato  Ibm a posizionarsi come azienda leader di settore con ricavi da cloud pari a 17 miliardi di dollari (+24% anno su anno), pari al  21% dei ricavi totali.

Ma c’è molto di più, e gli incontri nelle varie città del Tour si propongono di raccontarlo, di spiegarlo. Oggi l'80% dei dati mondiali rimane patrimonio delle aziende poiché essi non si trovano sul web. Le imprese hanno già potenzialmente al loro interno tutto il valore che serve per renderle più competitive. Quello di cui invece difettano sono soluzioni e piattaforme It in grado di acquisire informazioni dai propri dati, indipendentemente da dove essi siano collocati, e trarre vantaggio dai servizi a valore aggiunto oggi disponibili in cloud, quali appunto AI (augmented intelligence), IoT (Internet of things), Blockchain e Quantum Computing.

© Riproduzione Riservata

Commenti