Corea del Nord: tutti i numeri di Kim Jong-un

Le curiosità, le follie, le vendette: tutto quello non sapevate sul dittatore. In pillole

TOPSHOT-NKOREA-POLITICS-KIM

14 Agosto 2017 - Questa foto rilasciata dall'agenzia coreana KCNA mostra il leader nordcoreano Kim Jong-un insieme a tre dei suoi generali mentre fa il punto sulla strategia da adottare in campo missilistico – Credits: STR/AFP/Getty Images

Chiara Degl'Innocenti

-

Il leader Kim Jong-un è un personaggio di cui si temono le parole e le azioni. La sua vita, come tutta la Corea del Nord, è avvolta da una nebbia fittissima che rende lui e il governato della dinastia dei Kim, una sorta di monarchia assoluta “curiosa” agli occhi dei più, pericolosa per tutti.

Kim Jong-un mette in mostra migliaia di soldati in fila perfetta, ma tieni milioni di persone senza luce elettrica. Costringe ragazze e ragazzi a 7-10 anni di leva militare, ma costringe il suo popolo a sopravvivere con un salario medio che oscilla tra 1,5 e i 2,5 euro al mese.

E le cifre che riguardano le sue fobie (e le sue follie) si sprecano come i condannati nei campi di prigionia o le sue vendette. Ma vediamo nel dettaglio tutti i numeri di Kim Jong-un.

Militari, polizia e prigionieri

  • Tra ufficiali e soldati, operano al servizio di Kim Jong-un 1.190 mila persone. Contando i riservisti, l’esercito nordcoreano può arrivare a ben 7,45 milioni di militari su un totale della popolazione attuale di 25.407 mila cittadini.
  • La riserva di Pyongyang è formata da circa il 30% della popolazione tra i 15 e i 60 anni.
  • Ben 4,14 milioni fanno parte dei membri della Guardia Rossa dei Lavoratori e dei Contadini. Circa 1,18 milioni sono i militanti della Guardia della Gioventù Rossa, 1,73 milioni sono soldati della riserva organizzati nell’Unità di Addestramento Paramilitare con un’attivazione di sole 24 ore. E 400 mila sono tra militari e volontari della Guardia del Popolo.
  • Almeno 130 mila dipendenti hanno funzioni sia di polizia giudiziaria che di mantenimento dell’ordine pubblico.
  • Sparsi per la Corea del Nord si trovano numerose prigioni e campi di concentramento. Il più conosciuto è il campo Hwasong (o Campo 16) dove si stima siano stipati 20 mila prigionieri politici su oltre 200 totali (tra cui anche stranieri).
  • .

Armamenti e missili sparati

  • Pyongyang possiede circa 1.000 navi e 76 sottomarini, 944 tra aerei ed elicotteri.
  • Nel 2012 Kim Jong-un ha lanciato 2 missili. L'anno successivo 6, mentre sono stati 19 nel 2014. Tra il 2015 e il 2016 è arrivato a spararne 24. Ma da gennaio 2017 se ne contano già 20, compresi quelli a lungo raggio.

Campi di prigionia e fuggitivi

  • Sparsi per la Corea del Nord si trovano numerose prigioni e campi di concentramento. Il più conosciuto è il Hwasong (o Campo 16) dove si stima siano stipati 20 mila prigionieri politici su oltre 200 totali.
  • Shin Dong-hyuk è l’unica persona a essere nata all’interno di un campo e riuscita ad evaderci. Ha scritto il libro Fuga dal campo 14 in cui racconta le condizioni disumane a cui è stato sottoposto insieme ad altri prigionieri.

Ville, elettricità

  • Su oltre 25 milioni di cittadini ben 18 milioni di loro non hanno l’elettricità.
  • Kim Jong-un ama il lusso e le case così possiede 32 ville diverse, dove il servizio elettrico non manca. Ovviamente.

Internet e gli hacker coreani

  • La Corea del Nord ha una sua rete Internet. Viene chiamata Kwangmyong è isolata e non connessa a quella mondiale. Permette di mandare email, visitare i siti di regime, leggere le news del Partito e accedere a una biblioteca elettronica controllata.
  • Il Dipartimento per la Sicurezza dello Stato, operativo dagli anni Ottanta, dispone di circa 6 mila hacker di Stato.

La marijuana e le cartine

  • La cannabis che si trova al mercato di Rason e in altre parti della Corea del Nord è, molto probabilmente, canapa coltivata industrialmente nel Paese fin dagli anni ‘80 e viene spesso acquistata come alternativa economica al tabacco. Fatto sta che farsi una canna è concesso, ma rischia anni di galera (indeterminati) chi fuma uno spinello con carta di giornale dove è ritratto il leader Kim.

Le “punizioni”

  • Kim Jong-un ha condannato suo zio, Jang Song Thaek, sospettato di aver tentato un colpo di stato, a una morte atroce: l'uomo è stato dato in pasto a 120 cani, vivo, davanti al capo del regime, al fratello e a 300 altri funzionari.
  • I dissidenti politici subiscono, oltre alla prigionia, anche "la punizione delle tre generazioni". Insieme a tutta alla famiglia del condannato finiscono in prigione anche le tre generazioni a venire.
  • Kim Jong-il, il padre di Kim Jong-un, uccise il fratello, destinato a diventare capo della Corea del Nord, nella piscina di famiglia quando aveva 5 anni.
  • Kim Jong-nam primogenito di Kim Jong-il, quindi fratello di Kim Jong-un, è stato ucciso all’aeroporto di Kuala Lumpur da 2 agenti di Pyongyang con una iniezione mentre era in procinto di imbarcarsi su un volo per Macau. Un'eliminazione indiretta.

I viaggi

  • Kim Jong Un ha paura di volare e teme per la sua incolumità, quindi viaggia in treno. Per questo ha a disposizione 20 stazioni e 6 convogli.

La famiglia

  • Kim Jong-un ha una moglie che è apparsa in pubblico solo una manciata di volte. Forse, visto il riserbo sulla sua vita privata non si può sapere niente di certo, ma si può suppore che abbia tre figli.
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Corea del Nord: la sorella di Kim Jong-un sempre più potente

Kim Yo-jong, con il nuovo incarico all'interno dell’Ufficio politico del Partito dei Lavoratori, ricopre uno dei ruoli più importanti della politica

Corea del Nord: chi ha ucciso il fratellastro di Kim Jong-un

Dai video dell'aeroporto malese spunta il leader del commando. Intanto due imputate a processo continuano a dirsi non colpevoli. Ecco cosa è successo

La sorella di Kim Jong-un, eminenza grigia della Corea del Nord

Sempre ritratta un passo indietro rispetto la fratello, a soli 30 anni Kim Yo-Jong è considerata la responsabile ombra del regime

Corea del Nord: chi è l'annunciatrice tv delle atomiche di Kim Jong-un

Si chiama Ri Chun-hee, 74 anni, ed è il volto della propaganda di regime da oltre mezzo secolo. Una star che incolla allo schermo declamando le notizie

Corea del Nord: Kim Jong un ha fatto giustiziare 340 persone

Nei 5 anni dalla presa del potere il dittatore ha ordinato la morte di moltissimi oppositori. E ha eliminato 5 ministri della Difesa

Commenti