Cinema

Ti avevamo tanto amato. Nino Manfredi, un ricordo a 10 anni dalla morte

Il 4 giugno del 2004 ci lasciava uno dei grandi attori italiani del secondo novecento

10 anni fa la scomparsa nella sua Roma dell'ultimo dei "mostri" della commedia all'italiana. Dagli esordi nella rivista ai grandi successi del cinema, una serie di immagini per ricordarlo

Nel 1969 era cominciata per Nino l'epopea delle "Pasquinate" (satira anticlericale che prese il nome dalla statua di Pasquino sulla quale venivano affissi messaggi di condanna al potere papalino) ossia del Manfredi protagonista dei film ambientati nella Roma dei papi del Risorgimento. Il primo, di Luigi Magni, è "Nell'anno del Signore" dove Nino è un ciabattino vicino alla Carboneria. Seguirà 8 anni dopo "In Nome del Papa Re", sempre di Magni. Stavolta il dramma parastorico è ambientato negli anni immediatamente precedenti Porta Pia e incentrato sulla figura del monsignor Colombo-Nino Manfredi alle prese con la propria coscienza religiosa di fronte alla decadenza del potere temporale del Papato.

Foto: Manfredi ne "In nome del Papa Re" (1977)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti