Economia

Nobel per l'economia: chi sono e perché sono stati premiati Nordhaus e Romer

Relazione tra cambiamenti climatici e crescita economica e la forza delle idee nei flussi macroeconomici alla base delle rispettive teorie

A Stoccolma il momento dell'annuncio del conferimento del Nobel per l'economia a William D Nordhaus e Paul M. Romer

Barbara Massaro

-

In che modo i cambiamenti climatici determinano la crescita economica di un Paese? Sono le nuove tecnologie a muovere lo sviluppo economico della società o le condizioni socio-culturali che permettono lo sviluppo delle idee stesse da cui poi vengono generate le nuove tecnologie?

Da queste domande di filosofia economica si sono mosssi gli studi rivoluzionari condotti da William D Nordhaus e Paul M. Romer, i due professori economisti insigniti dall’Accademia reale delle Scienze di Svezia a Stoccolma del Premio della Banca di Svezia per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel, il cosiddetto Nobel per l'economia.

Chi è William D. Nordhaus

William D. Nordhaus, 77 anni, è un economista americano di Albuquerque (Stati Uniti).

Già a partire dagli anni '70 con la diffusione dei combustibili fossili Nordhaus ha iniziato a occuparsi dei rapporti causa effetto tra cambiamenti climatici e sviluppo economico di un Paese. In particolare ha teorizzato un complesso modello economico che, prendendo in considerazione numerose discipline quali chimica, fisica, ma anche storia dell'economia e sociologia, simulava l'andamento dell'economia globale in relazione al clima.

Il Modello Nordhaus

Si chiama Modello Nordhaus e viene studiato in tutte le università di economia del mondo. Uno degli aspetti più interessanti è quello che connette le politiche economico-fiscali tese a ridurre l'inquinamento con la conseguente crescita economica del soggetto politico che le adotta. 

Le ricerche di Nordhaus hanno dimostrato come una politica su scala globale di riduzione delle emissioni inquinanti grazie a una tassazione progressiva sulla quantità di CO2 emessa nell'atmosfera potrebbe da una parte migliorare le condizioni climatiche e dall'altra favorire la crescita macroeconomica a livello planetario.

Nordhaus è insegnante dell'Università di Yale, dove ha studiato, ed è stato consulente economico durante l'amministrazione Carter. Oltre al Modello Nordhaus ha scritto numerosi libri di economia tra cui il manuale scritto con un altro premio Nobel, Paul Samuelson.

Chi è Paul M. Romer

Anche Paul M. Romer è americano. E' nato a Denver 63 anni fa ed è  figlio dell'ex Governatore dello Stato Roy Romer.  E' stato chief economist e vice presidente della Banca Mondiale fino allo scorso giugno mentre in precedenza è stato professore a Stanford.

I suoi studi si sono focalizzati sul rapporto tra conoscenza e sviluppo economico. Se è vero, infatti, che lo sviluppo di nuove tecnologie determina la crescita dell'economia globale è ancora più vero che quelle stesse tecnologie sono state create in quanto è stato possibile dare terreno fertile alla creazione dell'idea stessa di una determinata innovazione. Da un punto di vista filosofico è stato fatto un passo a favore dell'elemento umano dietro alla macchina sottolineando l'importanza dell'investimento nella formazione di coloro cui le idee vengono in mente.

La "Teoria della crescita endogena"

Negli anni '90 Romer ha firmato la Teoria della crescita endogena. Secondo la sua visione economica anche le idee possono considerarsi "beni" e come tali meritano investimenti e vanno monetizzate perché generano ricchezza. Bisogna quindi lavorare sulle condizioni che producono il generarsi di queste idee.

Si tratta di teorie che hanno favorito la riflessione politica sull'importanza della formazione di coloro che poi saranno in grado di elaborare soluzioni tecnologiche sempre più complesse capaci di favorire la crescita economica globale. Idee-innovazione tecnologica-sviluppo economico sono il tridente alla base del futuro dell'economia

Mai prima d'ora il Nobel per l'economia era stato assegnato a qualcuno che si era occupato di ambiente e nuove tecnologie in chiave economica.

Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Per la prima volta il Nobel va a due studiosi che si sono occupati di cambiamenti climatici e innovazione | video

Artico e Antartico, le sentinelle dei cambiamenti climatici

A Panorama d'Italia con Focus, si parla del polo Nord e Sud sono allo studio dei ricercatori che monitorano l'aumento della temperatura terrestre

I cambiamenti climatici e il rischio di un futuro catastrofico

A Panorama d'Italia, con gli ospiti di Focus si parla di innalzamento della temperatura e della difficoltà di fare previsioni corrette

Commenti