"Così extra, così terrestre": le missioni spaziali spiegate ai bambini
"Così extra, così terrestre": le missioni spaziali spiegate ai bambini
Cultura

"Così extra, così terrestre": le missioni spaziali spiegate ai bambini

Umberto Guidoni e Andrea Valente vi guideranno alla scoperta dei retroscena delle missioni spaziali: cosa si mangia nello spazio? come si dorme? Come viaggiano gli astronauti? Potete immaginare quante delle invenzioni spaziali ci circondano?

Se il ritorno dallo spazio di Luca Parmitano vi ha destato mille domande e curiosità, Così extra, così terrestre  è il libro che fa per voi. Scritto a due mani da Umberto Guidoni, primo astronauta europeo ad andare nello spazio per la NASA nel 1996, e Andrea Valente, celebre illustratore e scrittore di libri per ragazzi (ha vinto nel 2011 il premio Andersen come migliore autore), è stato pubblicato quest’anno da Editoriale scienza

Un astronauta e uno scrittore vi accompagneranno nel mondo delle missionispaziali: come nascono? A cosa servono? Di cosa necessitano per funzionare? Come vivono gli astronauti nello spazio? Così extra, così terrestre risponde, con un linguaggio semplice e divertente, a queste e molte altre domande. Per esempio: avete mai pensato a cosa si mangia nelle missioni spaziali?

Per i primi voli nello spazio, il cibo che gli astronauti si portavano appresso aveva l’aspetto del dentifricio, tanto che veniva davvero conservato in tubetti. Del gusto nessuno ha mai voluto parlarne....Però le missioni duravano pochi giorni e, pur di vedere la Terra da lassù si poteva accettare anche qualche disagio.

 Fortunatamente qualcosa è cambiato dal momento in cui le missioni sono diventate più lunghe: 

Eccoti quindi l’idea galattica della liofilizzazione: in vista del decollo, per prima cosa i cibi vengono cotti al punto giusto, quindi congelati rapidamente, ma non troppo, in modo da creare cristalli di ghiaccio piuttosto grandi. Fatto ciò si passa alla seconda fase, che si chiama sublimazione e consiste nel fare evaporare l’acqua solidificata nel ghiaccio, riscaldando lentamente. Da ultimo si impacchetta tutto in sacchetti di plastica sottovuoto e il cibo è pronto per uno spuntino interstellare. 

Lo sapevate quindi che il cibo liofilizzato che comprate al supermercato deriva proprio da questa idea? Umberto Guidoni e Andrea Valente ci guidano alla scoperta delle grandi invenzioni fatte sulla terra per permettere all’uomo di viaggiare nello spazio. Molte di queste invenzioni le vediamo tutti giorni senza sospettare che nascano proprio da ricerche spaziali: avreste mai detto che gli aerei di linea che usiamo per spostarci da un punto all’altro della terra, utilizzano un sistema di guida fly by wire che è stato progettato negli anni Sessanta per il programma Apollo? Oppure che il joystick che utilizziamo per giocare con i videogiochi nasce proprio da una scoperta spaziale? E che le incubatrici, dove si mettono i bambini nati prematuri, utilizzano lo stesso sistema di stabilizzazione della temperatura escogitato per i caschi degli astronauti?

È incredibile quante delle cose che ci circondano derivino da tecnologie nate per lo spazio, ma anche quante invenzioni antiche siano state la base di oggetti e progetti spaziali. 

Così extra, così terrestre è un libro curioso capace di rispondere a domande e dubbi ma soprattutto di generarne. Un libro che parla di scienza e tecnologia in modo divertente e stimolante, ricco di fotografie, illustrazioni, spiegazioni e storie che vi accompagneranno nella scoperta degli insospettabili retroscena delle missioni spaziali. 

Da 7 anni in su. 

Così extra, così terrestre. A che cosa servono le missioni spaziali? , Umberto Guidoni, Andrea Valente, Editoriale Scienza, 2013.

I più letti