Cinema

Festival di Cannes 2016, nessun italiano in concorso

Tanti i grandi maestri internazionali in gara per la Palma d'oro, da Pedro Almodóvar a Ken Loach ai fratelli Dardenne

Il poster del Festival di Cannes 2016

Simona Santoni

-

Dopo la tripletta dell'anno scorso con il super trio Sorrentino-Moretti-Garrone, il Festival di Cannes 2016 non ci regala nessun italiano in gara per la Palma d'Oro. "È un anno così, ci sono anni così... Ma l'Italia è sempre nel nostro cuore": ha detto il delegato generale Thierry Frémaux. "Quest'anno l'Italia è presente in modo meno forte". La dimostrazione che Cannes non dimentica l'Italia è nel manifesto di questa 69^ edizione che rappresenta un fotogramma di Villa Malaparte, a Capri, ne Il disprezzo di Jean-Luc Godard.

Sono quattro invece i film francesi in competizione: Mal de pierres di Nicole Garcia, con Marion Cotillard e Louis Garrel; Personal Shopper di Olivier Assayas, che era in concorso anche due anni fa con Sils MariaMa Loute di Bruno Dumont, con Fabrice Luchini, Juliette Binoche e Valeria Bruni-Tedeschi; Rester vertical di Alain Guiraudie, autore tre anni fa de Lo sconosciuto del lago.

Tanti i grandi maestri in concorso: Pedro Almodóvar con il suo Julieta, Sean Penn con The Last Face con Charlize Theron, Jim Jarmusch con Paterson, Ken Loach con I, Daniel Blake, i fratelli Dardenne con La fille inconnue, Park Chan Wook con l'atteso Agassi. E poi il romeno Cristian Mungiu, che nel 2007 conquistò la Palma d'oro con 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni, che questa volta presenta Bacalaureat,; il talentuoso giovane canadese Xavier Dolan, Premio della giuria nel 2014 per Mommy, presenta Juste la fin due monde con Léa Seidoux, Marion Cotillard, Vincent Cassell, Gaspard Ulliel, Nathalie Baye.  

Per il nostro Paese ci saranno comunque Pericle il Nero di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio dal romanzo di Giuseppe Ferrandino, selezionato per Un Certain Regard, e L'ultima spiaggia del greco Thanos Anastopoulos e dell'italiano Davide Del Dega, approdato nelle Proiezione speciali. Infine, in corsa per i corti, Il silenzio di Farnoosh Samadi Frooshan e Ali Asgari mentre per la Cinefondazione ci sarà Laura Samani con La santa che dorme del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Steven Spielberg sarà sulla Croisette per la presentazione, fuori concorso, de Il GGG, il suo adattamento del celebre romanzo di Roald Dahl. Ugualmente Jodie Foster presenterà per il suo Money Monster con Julia Roberts e George Clooney nelle vesti di un guru della finanza e presentatore tv preso in ostaggio.
Presenti anche le star Ryan Gosling e Russell Crowe per Nice Guys di Sean Black.
L'apertura è affidata a Woody Allen con il suo Café Society, film fuori concorso con Jesse Eisenberg e James Kristen Stewart. Un record per il regista newyorchese che aveva già aperto il Festival nel 2002 con Hollywood Ending e nel 2011 con Midnight in Paris. Il lungometraggio racconta di un giovane che va a Hollywood negli anni Trenta nella speranza di lavorare nel cinema, ma si innamora e si ritrova coinvolto nella Café Society che segna quell'epoca.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Cannes 2015, i vincitori: Palma d'Oro a Jacques Audiard per Dheepan - Foto

Migliori attori Vincent Lindon e, ex aequo, Rooney Mara ed Emmanuelle Bercot. Italiani a bocca asciutta

Dheepan di Jacques Audiard, il film Palma d'oro a Cannes - Video

Storia di migrazione di una famiglia "di comodo" in fuga dallo Sri Lanka, in Italia sarà distribuita da Bim

Cannes 2015, ecco perché gli italiani non hanno vinto

Nonostante la normale delusione, alla larga dall'autocommiserazione. I Coen hanno scelto "lavori che cambiavano lo spettatore che è in noi". Strizzando l'occhio ai francesi

Commenti