Blog

None

Chi sono i manipolatori ?

Mi sono arrivate un po’ di domande sulle manipolazioni … nella fattispecie:

-          Quali possono essere gli ambienti che maggiormente si prestano a dinamiche manipolatorie? 

-          I manipolatori sono soggetti psicologicamente instabili?

-          Qual è la manipolazione più efficace che si può esercitare sugli altri?

Relativamente alla prima domanda mi viene da ridere! Farei prima a dire quali sono gli ambienti nei quali NON si manipola.

Escludendo manipolazioni estreme (sette religiose, movimenti estremisti, organizzazioni criminali ecc.) è difficile dire dove non avvengano condizionamenti. Gli ambienti che maggiormente si prestano alla manipolazione diretta sono quelli commerciali, familiari, amicali e lavorativi.

Si lo so … praticamente tutti.

Per quale motivo esercitiamo delle manipolazioni? Dipende dall’ambiente nel quale le esercitiamo!

Negli ambienti commerciali ad esempio i venditori hanno tutto l’interesse a stimolarci all’acquisto di un prodotto. Nel caso invece dei condizionamenti in ambiente domestico la situazione si complica, si può manipolare il partner perché rimanga con noi a ogni costo o semplicemente affinché rimanga dipendente e sottomesso  a noi. Nel caso della dimensione amicale gli scopi possono essere molteplici, in genere “l’amico” viene sfruttato per ottenere qualcosa da lui. Infine c’è a dimensione lavorativa, anche in questo caso le ragioni sono tristemente note; le più comuni sono legate al piacere nell’esercitare il potere sui propri dipendenti … o semplicemente al farli lavorare come muli!

-          I manipolatori sono soggetti patologici? … SI … NO …. Dipende!

In certi casi la manipolazione viene esercitata per ottenere un risultato specifico. Il soggetto è quindi freddo e calcolatore … e di fatto mette in pratica meccanismi manipolatori che ha appreso con lo studio o con l’esperienza. Se (come in questo caso) la stronzaggine fosse una malattia saremmo sommersi da malati di mente … visto che però nel DSM V (manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) non appare tale voce dovremo accontentarci di chiamarli semplicemente “stronzi”.

 In determinati casi invece i soggetti possono avere psicopatologie che li rendono decisamente manipolatori. I narcisisti ad esempio esercitano frequenti manipolazioni per assoggettare gli altri. Nel caso invece dei borderline le manipolazioni sono invece volte a creare con il partner un legame a dir poco morboso. Anche soggetti depressi possono essere talvolta manipolatori al fine di essere assistiti e sorretti.

La differenza fra i soggetti sani e quelli patologici è la consapevolezza (o meno) di usare tali tecniche per raggiungere degli obiettivi. In altre parole se c’è di mezzo una patologia il soggetto non può fare a meno di manipolare gli altri, gli viene naturale farlo!

-          Qual’ è la manipolazione più potente?

Credo ci siano pareri discordanti su questo quesito. Dal mio punto di vista la manipolazione perfetta è quella che non sembra tale. Nella fattispecie quando voglio ottenere qualcosa da un soggetto e faccio in modo che sia lui stesso a percepire tale bisogno.

Facciamo un esempio pratico (e un po’ stupidino). Ho voglia di gelato: vado dal mio partner e gli dico che è caldo, che ho fame e che ci vorrebbe qualcosa di fresco. Lui allora se ne esce con: “andiamo a prenderci un bel gelato!” e noi abbiamo così raggiunto il nostro risultato. Questa è ovviamente una manipolazione che potrebbe usare un infante, ma ad esempio nel mondo commerciale questa tecnica è esplosiva. Ad esempio un venditore può terrorizzarti un potenziale cliente sugli effetti nefasti dei germi … e poi venderti un prodotto germicida!

In questo caso il nostro amico ha creato il bisogno e poi ha fornito la soluzione per soddisfarlo!   

Non è facile sfuggire da tale manipolazione, il punto è percepire che l’esigenza (da poco emersa) non è nostra … ma è stata bensì indotta da un’altra persona! … considerate che è pur sempre più facile vendere un prodotto dimagrante a una persone che percepisce sé in se stessa come in sovrappeso rispetto a chi è in armonia col proprio corpo!  

I più letti