Barcellona Milan (6)
Calcio

Barcellona e Real Madrid, bilanci da sogno. Le grandi di Spagna irraggiungibili

I due super-club della Liga sono sempre più ricchi: insieme fatturano 1,2 miliardi di euro, con 20 milioni di utile per i catalani e 42 per i blancos

La Juventus ha rivisto la luce proprio quest'anno dopo un ciclo di investimenti, successi sul campo e bilanci in rosso. Una buona notizia per il calcio italiano, ma i 348 milioni di euro di fatturato (utile di 2,3) del club bianconero scoloriscono davanti ai numeri delle grandi di Spagna e danno la dimensione della distanza che ancora separa la serie A dagli altri top campionati d'Europa. Real Madrid e Barcellona hanno presentato, infatti, bilanci da sogno per la passata stagione. Insieme fatturano 1,2 miliardi di euro, macinano utili e possono tranquillamente continuare a investire sul mercato diventando sempre più grandi e attraenti per sponsor e partner commerciali.

Barcellona: 20 milioni di utile e sponsorizzazione monstre in arrivo

La stagione del Triplete blaugrana ha regalato un bilancio con fatturato record e utile a due cifre. Il Barcellona ha ricavato nel 2014-2015 una montagna di soldi: 633 milioni di euro e ha chiuso con un segno positivo di 20,2 una volta pagate le tasse. Merito dei premi della Champions League, vinta nella finale di Berlino e dei diritti tv Uefa e spagnoli, ancora suddivisi con il vecchio metodo che concentra nelle mani delle due big oltre il 50% della torta dei club della Liga. Merito anche di una legge che consente all'azionariato popolare di funzionare come in nessuna altra parte del mondo.

Ma a crescere in maniera esponenziale è anche il valore commerciale del club catalano. Una corsa destinata a non fermarsi se si pensa che la dirigenza del Camp Nou sta trattando con la Qatar Airways il rinnovo della sponsorizzazione a partire dal 2016 per la cifra astronomica di 65 milioni di euro a stagione, quasi il doppio rispetto alla cifra attuale. 

Juventus, ecco il bilancio record: 348 milioni di fatturato e utile


Real Madrid: + 42 milioni e record per gli enti sportivi

Ancora migliori i numeri del Real Madrid, per il quarto anno consecutivo oltre la barriera del mezzo miliardo di euro al netto delle plusvalenze. Il bilancio chiuso il 30 giugno scorso ha fatto registrare ricabi per 577,7 milioni (606,6 con le plusvalenze), record per gli enti sportivi nel mondo, utile di 42 milioni di euro con una crescita del 9,1% rispetto alla stagione precedente. Il Real Madrid si conferma, dunque, una macchina da soldi capace di coniugare spettacolo, competitività, grandi stelle acquistate sul mercato e un giro d'affari da multinazionale del pallone.

La bella notizia al Bernabeu è che negli ultimi anni è stato abbattuto anche l'indebitamento del club: nel 2011 era di 170 milioni e oggi è dimezzato. Il fair play finanziario non è un problema a Madrid e dintorni, né per il primo triennio di osservazione, né per quello chiuso a giugno. E l'altro dato confrortante e lontano dagli standard del nostro calcio è il rapporto tra ricavi e costi, quella magica percentuale che segnala lo stato si salute di una società di calcio. Il Real è perfettamente allineato sul 50%, ben al di sotto della soglia d'allarme. Ricchezza genera ricchezza, insomma, e il dominio spagnolo è destinato a proseguire ancora a lungo.

Ecco la classifica Deloitte dei club europei nel 2015
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti