Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Tech & Social

Google diventa banca (per finanziare le aziende che vogliono gli AdWords)

La grande G apre la sua personalissima linea di credito per sovvenzionare tutte quelle piccole e medie imprese che puntano a migliorare il posizionamento online attraverso le inserzioni pubblicitarie sul suo motore di ricerca. Si comincia nel Regno Unito con prestiti da 200 a 10.000 dollari

Sergey Brin e Larry Page, fondatori di Google – Credits: AP Photo/Ben Margot, file

Google – come Apple – ha un "problema", se di problema si può parlare: non sa come spendere tutti i soldi che mese dopo mese continuano ad accumularsi nelle sue casse. Allo stato attuale ci sono 43 miliardi di dollari (quarantatré miliardi) che attendono di essere investiti nel migliore dei modi. Sembra facile ma evidentemente non lo è.

Fra le tante ipotesi al vaglio ce n’è una che solletica più di tutte le fantasie a nove zeri di Larry Page e Sergey Brin: creare una banca.

Non una banca qualsiasi, intendiamoci. Ma una banca per finanziare tutte quelle aziende che vorrebbero migliorare il proprio posizionamento online attraverso AdWords , probabilmente il programma più noto per fare inserzioni pubblicitarie sul motore di ricerca della grande G.

L’iniziativa, rivela il Financial Times, è pronta al lancio. Partirà nel Regno Unito questa settimana per poi espandersi negli Stati Uniti e in altri Paesi e si concretizzerà nella fattispecie in una linea di credito per le piccole e medie imprese da un minimo di 200 dollari a un massimo di 10.000 dollari, a tassi al di sotto del 10% (si parla dell’8,99%).

A ben guardare c’è ben più di un’analogia con il programma lanciato da Amazon la scorsa settimana per finanziare le librerie indipendenti che vogliono vendere libri attraverso i servizi online messi a punto da Jeff Bezos e soci. L’idea comune è quella di una linea di credito per supportare un business del quale si conoscono bene tutte le dinamiche. Per Google, nella fattispecie si tratterebbe di portare le aziende a scoprire le opportunità della pubblicità online, un mercato che lo scorso anno - solo attraverso gli AdWords - ha portato nelle casse di Mountain View oltre 37 miliardi di dollari.

Far uscire soldi dalla porta di servizio per farli rientrare da quella principale. A vederla così sembrerebbe una scommessa già vinta.

Seguimi su Twitter: @TritaTech

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>