Libri

Cinque classici da leggere d'estate, in attesa dei film

Tanto tempo e mente rilassata: perché non approfittarne per colmare dei vuoti? Tipo addentrandosi ne Il Grande Gatsby, di cui è prossimo l'adattamento cinematografico, o...

Il film "Il Grande Gatsby", Keira Knightley, il film "On the road" (Ansa)

L'estate a mio avviso è la stagione perfetta e più dolce per colmare vuoti, per prendere in mano libri che la burrascosità di giornate frenetiche han tenuto lontani, per assoparare quei classici che per mille motivi mancano ancora alla nostra biblioteca interiore e conoscere autori blasonati mai stuzzicati. Il tempo finalmente c'è, la mente è più rilassata per concedersi.

In vista di alcuni attesi adattamenti cinematografici che arriveranno in autunno o nel 2013, perché allora non farsi trovare pronti ai futuri film leggendo i romanzi a cui si sono ispirati. Ecco la mia lista di libri estivi.

1) Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald. Ritratto di un'estate newyorchese a Long Island nel 1922, come dell'età del jazz in tutta la sua esuberanza, finzione e drammaticità, è un capolavoro della letteratura che prima o poi deve essere messo nel bagaglio. Tanto più che a breve - a Natale - ne uscirà una nuova trasposizione cinematografica a opera del luccicante Baz Luhrmann e con Leonardo DiCaprio nei panni del misterioso e affascinante Gatsby. La lettura è anche abbastanza agile (di non troppe pagine), cosa che può sempre essere gradita d'estate.

2) Sulla strada di Jack Kerouac . Come sopra, ancora letteratura statunitense, ma un po' più recente. Testo di riferimento della Beat generation, di carattere autobiografico, narra i viaggi compiuti dall'autore in automobile attraverso gli States, in parte con il suo amico Neal Cassady e in parte in autostop. Road book, niente di più estivo. Il primo adattamento cinematografico del romanzo, On the road, arriverà in Italia il 5 ottobre a opera di Walter Salles, con Sam Riley nei panni del protagonista. Kerouac aveva già in mente un adattamento cinematografico del suo libro, mai avvenuto; avrebbe però voluto Marlon Brando.

3) La morte a Venezia di Thomas Mann. Romanzo breve che cattura la dissoluzione della grande cultura borghese, è ambientato in una Venezia estiva ammorbata dalla peste incombente, con un vecchio compositore ossessionato da un adolescente ribelle. Nel 2013 ne uscirà un nuovo adattamento cinematografico (celebre il capolavoro di Luchino Visconti), per mano del pittore regista Peter Greenaway, dal titolo originale Food For Love. I produttori assicurano che sarà girato (a novembre) in uno stile diverso dai documentari manieristi di Greenaway e che potrebbe essere uno dei suoi film più accessibili al pubblico.

4) Le nonne di Doris Lessing . Il libro del premio Nobel inglese è una raccolta di pochi racconti accomunati dalla maestria nel catturare la verità della condizione umana. Nel nuovo anno uscirà l'adattamento cinematografico di uno di questi, ad opera della regista francese Anne Fontaine. Due amiche (niente meno che Robin Wright e Naomi Watts), dopo aver perso entrambe il marito, si innamorano a vicenda l'una del figlio dell'altra, ovvero Xavier Samuel (visto nella saga di Twilight) e James Frecheville (Animal  Kingdom).

5) Anna Karenina di Lev Tolstoj. Se avete tanti giorni di vacanza a disposizione, forse allora è la volta buona per dar fondo al temibile (in mole) capolavoro della letteratura russa. In ottobre ne arriverà l'adattamento cinematografico realizzato da Joe Wright, regista abituato ai film in costume. Alla giovane signora dell'alta società russa dà corpo Keira Knightley (che ha già collaborato con Wright in Espiazione e Orgoglio e pregiudizio). La bellezza eterea della donna farà perdere la testa al giovane Conte Vronsky, intepretato da Aaron Johnson, e risveglierà le passioni del marito Alexi Karenin, nei cui panni c'è Jude Law.

© Riproduzione Riservata

Commenti