Quanto vale il ritiro della Juve?
Quanto vale il ritiro della Juve?
Sport

Quanto vale il ritiro della Juve?

50 mila presenze e 45 mila biglietti venduti. Il Sindaco di Chatillon, che ha ospitato i Campioni d’Italia: “I negozi hanno quintuplicato le vendite”

Non ci sono ancora i dati ufficiali ma per Chatillon e la Valle d’Aosta il ritiro estivo della Juventus è stato un vero e proprio affare, con numeri se possibile ancora migliori di quelli fatti segnare lo scorso anno. Tifosi bianconeri a parte, il più entusiasta di tutti al momento pare essere il Sindaco della piccola cittadina di 5 mila abitanti, Henri Calza, che gongola per i risultati raggiunti dall'amministrazione: “Se tutti gli investimenti dell’ente pubblico fossero così lungimiranti credo che le attività soffrirebbero molto di meno. Non c’è niente da fare: la passione per il calcio non conosce crisi”.

Nei 10 giorni di permanenza degli uomini di Conte in Val d’Aosta, lo stadio Brunod ha visto transitare oltre 50 mila persone tra allenamenti del mattino, sedute pomeridiane e partite serali: “Soprattutto durante la settimana, abbiamo registrato un numero di presenze superiore rispetto allo scorso anno– spiega il Sindaco – Il costo dei biglietti è rimasto invariato (4-8 euro in settimana, 8-10 durante il weekend) per tentare di agevolare il turismo delle famiglie, sul quale la Regione sta puntando molto”. 

L’accordo triennale per avere i bianconeri in ritiro a Chatillon è stato sottoscritto dalla Regione Valle d’Aosta che in tutto verserà nelle casse delle Juve 2 milioni e 300 mila euro. Ma secondo il Sindaco Calza sono soldi ben spesi: “Alcuni commercianti hanno quintuplicato le vendite, i ristoranti facevano tre-quattro turni a pranzo e gli alberghi, che nel 2011 registravano un calo di presenze, hanno invertito il loro trend fino al tutto esaurito delle scorse settimane”.

Non è semplice quantificare i guadagni derivanti dall’avere in casa i Campioni d’Italia ma intanto l’Assessorato della Val d’Aosta segnala cche gli introiti della vendita dei biglietti (che finiranno nelle casse del comune di Chatillon) sono stati di 167 mila euro e che nel 2012 i passaggi al casello autostradale sono aumentati del 45%. Forse è per questo che da un anno a questa parte in Valle d'Aosta si è cominciato a parlare di un vero e proprio effetto Juve.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti