9a giornata: Che succede a Mauro Icardi? Fernando è la sorpresa
Getty Images
9a giornata: Che succede a Mauro Icardi? Fernando è la sorpresa
Sport

9a giornata: Che succede a Mauro Icardi? Fernando è la sorpresa

Nella nona giornata spiccano un Gervinho devastante e la saracinesca Sorrentino. Tanti dubbi nel Milan: Antonelli, Donnarumma e... Mihajlovic

La nona giornata di serie A è quella del ritorno in vetta alla classifica della Roma di Rudi Garcia, vittoriosa a Firenze per 2-1 con un super Gervinho. Altra vittoria anche per il Napoli che espugna la Verona clivense con il solito Higuain. Milan vince in extremis contro il Sassuolo (2-1 grazie a Luis Adriano) mentre è crisi nera per il Verona di Mandorlini, a rischio esonero, che perde 4-1 anche contro la Sampdoria. Nella Lazio torna al gol Felipe Anderson mentre la Juventus ritrova Mario Mandzukic ma aspetta ancora Pogba che ha fallito un rigore. Chi sono stati i migliori e peggiori della sesta giornata? Per scoprirlo continua a cliccare...

Portieri

Top - Stefano Sorrentino (Palermo) - L'ex estremo difensore del Chievo Verona si conferma un portiere eccellente anche nella sfida del Barbera contro l'Inter. È determinante in almeno tre interventi mentre non può nulla sul momentaneo vantaggio di Perisic. Gran parte del punto conquistato dagli uomini di Iachini è merito suo.

Flop - Gianluigi Donnarumma (Milan) - Il bimbo prodigio più chiacchierato della settimana rossonera fa il suo esordio a San Siro e paga l'ingenuità sul gol di Berardi. Sulla rete del Sassuolo commette un errrore di inesperienza posizionandosi male e venendo beffato dalla traiettoria su punizione dell'attaccante neroverde. Non va bruciato, è un capitale della società.

Difensori

Top - Kalidou Koulibaly (Napoli) - La rinascita del Napoli passa per le prestazioni del difensore centrale ex Genk, ora vero leader della retroguardia partenopea. Da quando Sarri ha deciso di puntare su di lui la difesa azzurra è diventata precisa e impeccabile, primo requisito per una squadra che vuole lottare al vertice.

Flop - Luca Antonelli (Milan) - La squadra di Mihajlovic fatica sempre più e gli esterni convincono sempre meno. L'esempio perfetto è quello dell'ex genoano che non spinge e non difende facendo perdere la pazienza al pubblico rossonero. Emblematico il suo destro calciato alle stelle da ottima posizione, un errore tecnico grave che fa arrabbiare tutto lo stadio di San Siro (modenesi esclusi).

Centrocampisti

Top - Fernando (Sampdoria) - La Sampdoria di Zenga conferma di avere due facce e di essere implacabile in casa. 4-1 al Verona ed ennesima prova di livello del centrocampista brasiliano che si conferma uno dei nuovi arrivi più interessanti in questa serie A 2015/2016. Tecnicamente impeccabile e bravo nelle ripartenze prende in mano il centrocampo blucerchiato. Peccato per l'ammonizione ingenua, i troppi cartellini sono l'unica critica in questo avvio di stagione.

Flop - Lorenzo Lollo (Carpi) - Rimedia un'ammonizione evitabile e poi lascia la sua squadra in dieci vanificando l'ottimo lavoro del primo tempo biancorosso. In inferiorità numerica la squadra di Sannino cade nel recupero, una sconfitta che brucia e complica ulteriormente una lotta salvezza già molto difficile.

Attaccanti

Top - Gonzalo Higuain (Napoli) - La punta argentina si conferma l'attaccante più forte della serie A segnando anche contro il Chievo Verona. Il Napoli di Sarri sembra finalmente aver trovato le misure giuste e i tre punti conquistati al Bentegodi sono un ulteriore segnale a tutto il campionato: gli azzurri ci credono e vogliono lottare fino in fondo per lo scudetto.

Flop - Mauro Icardi (Inter) - Continua il momento no dell'attaccante argentino che anche a Palermo non ottiene la sufficienza. L'intesa con Jovetic e Perisic non convince e il numero 9 argentino fatica a ritagliarsi il ruolo di leader che Mancini gli ha assegnato. Poco preciso nei passaggi, debole nella protezione della palla, incapace di fungere da riferimento centrale per i compagni di reparto. Che succede al bimbo nerazzurro?

Allenatori

Top - Rudi Garcia (Roma) - Dopo un anno l'allenatore francese si ritova in vetta alla serie A. La vittoria di Firenze è fondamentale per nutrire le speranze giallorosse e unire un gruppo che deve ancora sbocciare del tutto. Il ritorno di Dzeko dà nuove certezze per un potenziale offensivo già devastante grazie allo splendido stato di forma di Gervinho e Salah: il bello deve ancora venire?

Flop - Andrea Mandorlini (Verona) - L'allenatore gialloblù rischia seriamente l'esonero dopo un avvio shock che a Verona non ricordavano da tempo. Anche a Genova contro la Sampdoria i veneti dimostrano di non aver risolto gli enormi problemi difensivi. Una domanda sorge spontanea: perché in estate si è preferito investire su un contratto quinquiennale a Pazzini piuttosto che su un difensore centrale affidabile?

La flop 11 della 9a giornata

Rafael (Verona)

Marchese (Genoa), Antonelli (Milan), Helander (Verona)

Lollo (Carpi), Kondogbia (Inter), Kucka (Milan), Vives (Torino)

Kalinic (Fiorentina), Pazzini (Verona), Aguirre (Udinese)

All: Mandorlini (Verona)

La top 11 della 9a giornata

Sorrentino (Palermo)

Masina (Bologna), Miranda (Inter), Koulibaly (Napoli)

Krunic (Empoli), Fernando (Sampdoria), Felipe Anderson (Lazio), Badu (Udinese)

Higuain (Napoli), Luiz Adriano (Milan),

All: Rudi Garcia (Roma)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti