Ecco perché la Juve può battere il Real...
Ecco perché la Juve può battere il Real...
Sport

Ecco perché la Juve può battere il Real...

Dalla fame di Tevez alla voglia di riscatto di Buffon e Pirlo: 5 motivi per dire che sarà una notte bianconera

La classifica dice che questo Juventus-Real Madrid non vale in termini di importante le sfide sull'asse Torino-Madrid che l'hanno preceduto. Comunque vada, Conte e i suoi ragazzi si dovranno giocare la qualificazione alla seconda fase della Champions League nell'ultima partita a Istanbul. E' l'eredità del pareggio regalato al Galatasaray allo Juventus Stadium e difficilmente ci si potrà ribellare a questo destino. Malgrado le considerazioni di classifica, però, un'impresa contro il Real Madrid serve e, soprattutto, è la strada maestra (per quanto stretta) da cui passare se si vuole costruire una primavera europea.

Può farcela la Juve? Certo che può, anzi deve crederci perché le merengues non sono ancora quella macchina da gol infernale che potranno diventare tra qualche mese. Sono ancora a metà del guado e Ancelotti non se la passa benissimo a livello di consenso dei tifosi e critica della stampa. Problemi di crescita fisiologici, ma che in questo momento condizionano il rendimento del Real Madrid. Allora vincere si può. Ecco cinque motivi per progettare l'impresa:

1 - MOTIVAZIONI

La partita non sarà decisiva, ma è chiaro che Juventus e Real Madrid la affrontano con due stati d'animo differenti. Per loro è una specie d'amichevole di lusso, per la Juve il primo gradino di una scala che deve portare fino a Lisbona. Scricchiolante e a rischio, ma proprio per questo da saltare tutto d'un fiato. Le motivazioni sono tutto nello sport. Ricordate un anno fa? Tre pareggi nelle prime tre giornate e poi il Chelsea campione d'Europa demolito allo Juventus Stadium. Ecco, serve una notte così e la Juve è in grado di regalarla.

2 - LA DIFESA POCO 'REAL' DI ANCELOTTI

Chi ha visto nell'ultima settimana la difesa del Real Madrid presa a schiaffi da Siviglia e Rayo Vallecano non può non sorridere. Ancelotti ha tonnellate di classe e talento da metà campo in su, ma ancora difetta di una fase difensiva adeguata e spesso si deve arrabbiare davanti alle disattenzioni dei suoi. La verità è che Carletto non è ancora riuscito a cambiare pelle al Real Madrid e questo si vede soprattutto dietro. Lo spazio per fare male c'è. Avanti...

3 - LA FAME DELL'APACHE

Carlitos Tevez non segna in Champions League da quattro anni e si troverà di fronte l'uomo che sta macinando tutti i record in fatto di marcatura. E' la notte giusta per sbattergli in faccia il primo gol europeo della sua storia bianconera e per vendicarsi della sceneggiata del Bernabeu. A proposito: avvertite Cristiano che la piscina dello Juventus Stadium è molto meno accogliente di quella del Bernabeu... In fondo Tevez è stato preso dalla Juventus proprio per queste notti, si è calato nella parte del numero '10' bianconero e può ripetere l'impresa di Del Piero che con la sua doppietta stese il Real. Chissà se Alex avrà puntato la sveglia a Sidney...

4 - PIRLO E' MEGLIO DI XABI ALONSO (E ILLARRAMENDI)

Il Bernabeu lo ha salutato con una standing ovation malgrado una prestazione così così. Andrea Pirlo ha 90 minuti a disposizione per mostrare come si disegna calcio e ci tiene a farlo perché dall'altra parte ci sono Xabi Alonso e Illarramendi. Uno rappresenta il suo storico avversario, l'altro il futuro e, secondo Ancelotti, l'uomo che rende impensabile uno sbarco di Pirlo al Real tra qualche mese. Chissà che stasera Perez non lasci lo Juventus Stadium con qualche dubbio in più...

5 - BUFFON VS CASILLAS

Due monumenti in cerca di conferme. Inutile ricamare sul momento dei due portieri che rappresentano il meglio che il calcio europeo abbia proposto negli anni Duemila. Entrambi hanno bisogno di una notte indimenticabile per riportare indietro le lancette del tempo. Noi scommettiamo su Buffon: se torna Gigi, critiche e dubbi vengono cancellati per sempre. Occasione da non perdere...

Ecco cinque motivi per crederci. Ce n'è anche un sesto ed è la voglia di mostrare al mondo che si può vincere anche senza spendere 101 milioni di euro per comprare Bale. Discorso che piace da morire a Conte. Sai che soddisfazione battere il Real e magari chiudere con Padoin che si beve il gallese...

Seguimi su Twitter @capuanogio

Ti potrebbe piacere anche

I più letti