Calcio

Trent'anni dall'Heysel, l'appello alla Figc: "Ritirate la maglia numero 39"

Lo chiedono le famiglie delle vittime della strage di Liverpool-Juventus (29 maggio 1985). Ecco perché Tavecchio dovrebbe fare questo gesto simbolico...

Heysel

Giovanni Capuano

-

Sono passati trant'anni da quella sera tragica in cui il settore Z dello stadio Heysel di Bruxelles si è colorato di rosso. Il colore del sangue. Trent'anni di processi, polemiche, fughe dalle proprie responsabilità, lacrime e dolore. Tanto dolore. Una ferita impossibile da rimarginare e che nemmeno il tempo può cancellare. Da allora molto è cambiato, ma la strada per combattere teppismo e violenza intorno al calcio rimane lunga; spesso viene percorsa con forza e convizione, altrettanto si dimentica e si tende a lasciare soli quelli che cercano di restituire il calcio alla passione di chi lo ama. All'Heysel morirono quella sera 39 persone di cui 32 italiane. Altre 600 rimasero ferite. Le immagini dell'assalto degli hooligans inglesi al settore Z fecero il giro del mondo anche se non eravamo ancora in tempo di social e condivisioni di massa. Colpirono nel profondo e aprirono una fase di dibattito e ricerca della soluzione al problema. Il calcio inglese ha pagato duramente e ha saputo emendarsi. Quello italiano è ancora un passo indietro.

Heysel, rinasce l'Associazione familiari vittime


Sono trascorsi trent'anni da quelle ore cariche di angoscia e adesso c'è chi chiede alla Federcalcio di fare un gesto coraggioso: ritirare la maglia numero 39 della nazionale. Nulla più di un atto simbolico, considerato che mai si usa e che, quasi certamente, mai si utilizzerà in futuro. Trenitanove come il numero delle vittime di quella strage della follia; loro in rappresentanza di tutti i morti per calcio, senza distinzione di colore e di tifo. Insieme. Sarebbe una bellissima idea, doverosa anzi per marcare il territorio in un'epoca in cui ancora delle tragedie e dei lutti da stadio ci si fa schermo per questioni di tifo. Troppi cori, troppi striscioni ignobili compaiono sui nostri campi per pensare di esserci messi tutto alle spalle. Tavecchio scelga il ricordo dell'Heysel e lo faccia diventare simbolo del dolore di tutti. Un piccolo passo che constringerebbe tutti a uscire allo scoperto, anche quelli che - ancora oggi - faticano a prendere le distanze dagli incivili riti delle curve. Accadrà? Noi ce lo auguriamo. Il presidente della Figc, tra mille gaffe e polemiche, ha dimostrato anche un certo spirito e coraggio. Raccolga l'appello.

 

Ecco il testo dell'appello lanciato dall'Associazione familiari delle vittime dell'Heysel

«Il prossimo 29 maggio ricorrerà il trentesimo anniversario della tragedia dell’Heysel, nella quale persero la vita 39 tifosi di cui 32 italiani, vittime innocenti della barbara violenza degli hooligans inglesi, prima della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool. In questi anni il ricordo e la memoria sono stati affidati ai parenti delle vittime e a quei tifosi o semplici cittadini che, più volte, hanno sfidato la burocrazia e il muro di gomma che è stato eretto su quella tragica serata da parte delle istituzioni sportive e non solo».

«Per questo l’Associazione fra i familiari delle vittime ha deciso di promuovere e sostenere la petizione per il ritiro della maglia numero 39 della Nazionale. Un’iniziativa che nasce dal basso, da uomini e donne di buona volontà e che hanno quelle 39 vite spezzate da sempre nel cuore».

«L’Associazione auspica che la Federcalcio possa recepire questa richiesta che arriva non solo dai familiari delle vittime, ma anche da tanti tifosi e cittadini che amano il calcio. Ritirare la maglia azzurra numero 39 e dedicarla alle vittime dell’Heysel rappresenterebbe un gesto, simbolico, ma al tempo stesso denso di significato. L’Heysel entrerebbe così a far parte a pieno titolo della storia del calcio italiano, al di là di ogni bandiera e fede calcistica».

Per leggere la petizione dell'Associazione familiari vittime dell'Heysel CLICCA QUI

I cori sull'Heysel e il silenzio dei Della Valle: perché non si dissociano?
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Hillsborough, l'eredità dell'Heysel - le foto

Le immagini delle due tragedie del calcio che hanno segnato gli anni ottanta

Tosel contro la Roma: ecco perché la Curva Sud è stata chiusa

Recidiva nei cori discriminatori e mancata collaborazione del club: non solo gli striscioni contro la madre di Ciro Esposito dietro alla stangata

Il sorpasso della Lazio e la risurrezione di Napoli e Parma

Roma scavalcata e piena di dubbi: grande volata alle spalle della Juve. La dignità di Donadoni e gli ultras come al solito padroni di tutto

Commenti