Soccer: Sarri gets Golden Bench
Calcio

Sarri miglior allenatore italiano: ecco perché la Panchina d'Oro è giusta

E' stato votato da tutti i tecnici della serie A e ha preceduto Allegri per 3 punti. Anche se lo juventino ha fatto incetta di vittorie...

Se la Panchina d'Oro funzionasse con gli stessi parametri del Pallone d'Oro, probabilmente non ci sarebbe stata gara e Massimiliano Allegri sarebbe stato votato come miglior allenatore italiano della passata stagione, forte della doppietta da record scudetto e Coppa Italia. Sarebbe stata la conferma dopo il premio conquistato un anno fa a coronamento della corsa fino a Berlini e avrebbe allungato il dominio juventino iniziato nel 2011-2012 con Antonio Conte.

Invece il premio assegnato dai tecnici del nostro campionato vive anche di altre suggestioni. E così, esattamente come Francesco Guidolin che lo vinse nel 2010-2011 pur non avendo alzato alcun trofeo, Maurizio Sarri si vede certificare dai colleghi la bontà del lavoro fatto al Napoli. Che in campionato è finito alle spalle della Juventus e che anche ora non riuscirà a scavalcare i bianconeri.

Premiata la qualità del gioco del Napoli

Sarri, però, è un nome degno di iscriversi nell'albo d'oro interrompendo la monarchia bianconero. La qualità del suo lavoro sul campo non si discute e quella passata è stata la stagione della consacrazione definitiva. Veniva dall'Empoli e dalla provincia, è stato capace di imprimere il suo timbro su una grande trascinandola in testa alla classifica per mezzo campionato e spingendo Higuain a battere il record storico di marcature in un solo torneo.

Impresa che sta ripetendo quest'anno con la modifica genetica del suo Napoli una volta perso il Pipita. E' vero che il voto della Panchina d'Oro si limita alla passata stagione, ma non può non aver lasciato un segno il giudizio su quanto anche oggi i partenopei sono in grado di mostrare. Poi lo scudetto andrà alla Juventus, che è la squadra più forte con in panchina un mister formidabile, ma che Sarri ricevesse un riconoscimento era giusto.

Gli altri premi (con quello speciale al sindaco di Amatrice)

Sarri ha battuto in volata Allegri superandolo per 25 voti a 22. Terzo Eusebio Di Francesco del Sassuolo con 7, altro allenatore in rampa di lancio. La panchina d'Argento per la serie B è stata conquistata da Ivan Juric, artefice della cavalcata del Crotone fino alla massima serie e poi passato, con alterne fortune, al Genoa du Preziosi che lo ha esonerato. 

Premi speciali per Claudio Ranieri, parziale consolazione dopo la fine della favole del suo Leicester campione d'Inghilterra e autore di una delle più grandi imprese della storia recente del calcio, e Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e allenatore a livello semiprofessionistico. Gli è stato riconosciuto lo straordinario lavoro nelle ore del terremoto e nei mesi successivi per tenere insieme la comunità sconvolta dalla tragedia: un gesto bellissimo per un uomo simbolo di una terra ferita nel profondo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti