Giovanni Capuano

-

Il River Plate ha vinto la Copa Libertadores 2018 battendo il Boca Juniors al termine della finale più lunga e discussa della storia. Al Bernabeu di Madrid. Ha deciso un gol di Quintero al minuto 108 dopo che nei tempi regolamentari la gara si era chiusa sull'1-1 (reti di Benedetto al 45' e Pratto al 68'). Poi negli ultimi istanti Martinez ha messo il pallone nella porta del Boca rimasta vuota con il portiere Andrare lanciato in attacco a caccia del pareggio.

E' stata una partita bellissima e intensa. Il Boca ha sognato di conquistarla ma nel supplementare, dopo essere rimasto in inferiorità numerica per il rosso a Barrios (minuto 93) è piano piano uscito di partita. Decisivo Juan Quintero, colombiano già visto da giovanissimo nel Pescara prima di un giro infruttuoso nel Porto; il suo sinistro dal limite al minuto 108 ha spezzato l'equilibrio. Vano l'assalto finale degli xeneizes.

E' stata la finale più lunga della storia. Cominciata il 10 novembre con un rinvio per pioggia (poi 2-2 alla Bombonera) e poi macchiata dai vergognosi incidenti all'esterno del Monumental prima della gara di ritorno, rinviata, riprogrammata e infine spostata a Madrid per manifesta impossibilità di organizzarla in Argentina e, in generale, in Sud America.

Le immagini del pullman del Boca Juniors danneggiato dai sassi lanciati da alcuni facinorosi del River hanno fatto il giro del mondo, così come le accuse che i due club si sono lanciati a vicenda prima di allearsi nel criticare la decisione della Conmebol di procedere comunque all'assegnazione della coppa portando la gara di ritorno all'estero.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

River Plate-Boca Juniors, la finale della vergogna. Incidenti, feriti e Libertadores rinviata

Figuraccia mondiale per il calcio argentino: ultras assaltano il pullman del Boca. Rinvio dopo un lungo tira e molla, terrore per l'ordine pubblico

Interno del pullman del Boca distrutti dai sassi | video

Sassi contro il pullman del Boca Juniors | video

Commenti