La serie A vista da Mircea Lucescu

"La Juve deve vincere l'Europa League per rendere internazionale il suo progetto. Mentre Milan e Inter devono darsene uno chiaro per tornare in alto"

Mircea Lucescu, 69 anni il prossimo luglio e un passato anche in Italia con Pisa, Brescia e Inter. – Credits: Getty Images.

Nicolò Schira

-

Ha allenato e vinto in ogni angolo d'Europa. Dalla Romania alla Turchia, passando per l'Ucraina. In Italia ha lasciato ottimi ricordi sia a Brescia sia nella Milano interista. Mircea Lucescu continua a inanellare trofei alla guida dello Shakthar Donetsk e in un momento di pausa accetta di analizzare con Panorama.it l'attuale momento del calcio italiano.

Che Campionato di Serie A sta vedendo dall'Ucraina?
"Sto assistendo a un Campionato scontato, in cui c'è una squadra nettamente più forte e attrezzata delle altre".

Allude alla Juventus, ovviamente...
"Infatti. I bianconeri erano già molto forti e ben strutturati l'anno scorso e si sono rinforzati con Tevez e Llorente. Sono davvero un gradino sopra tutte le altre. Anche la Roma sta facendo grandi cose, ma la Juve è superiore e non può che vincere il terzo scudetto consecutivo".

Possibile anche la doppietta Scudetto-Europa League?
"Sono in semifinale e pertanto i bianconeri sono obbligati a cercare di imporsi anche in Europa, il che darebbe una dimensione internazionale al ciclo che hanno aperto. Un salto di qualità in avanti dopo le difficoltà dell'ultima Champions League".

Che dire invece delle milanesi e del loro difficile periodo?
"Hanno bisogno di tempo per ricostruire e tornare in alto. Il Milan ha cambiato da poco allenatore dopo aver perso tanti campioni, mentre l'Inter è alla fine di un ciclo senza aver saputo gestire il passaggio dalla squadra vincente di Mourinho a quella attuale. Per entrambe è obbligatorio impostare un programma chiaro per tornare vincenti. Certo è che il calcio italiano ha bisogno delle milanesi ai vertici per essere competitivo in Europa e perché ciò avvenga, occorrono due-tre nuovi inserimenti di alto livello".

Lo Shakthar farà shopping in Italia? Alludiamo soprattutto a Quagliarella e Belfodil...

"Quagliarella l'avevo cercato l'estate scorsa, ma ha detto di no. Belfodil lo volevo e l'ho chiesto al Parma, ma il giocatore ha preferito l'Inter. Quindi al momento devo rispondere di no".

© Riproduzione Riservata

Commenti