Calcio

Contro l'Inghilterra allo Stadium: Conte torna a casa Juve

L'amichevole del 31 marzo si giocherà nello stadio bianconero. Finito il tira e molla tra il club e la Figc

CALCIO:ECCO LA NUOVA CASA JUVE,UNO STADIO TUTTO IN BIANCONERO

Giovanni Capuano

-

L'amichevole del 31 marzo prossimo Italia-Inghilterra si giocherà allo Juventus Stadium. Fine del balletto sorto intorno alla disputa della prestigiosa gara, assegnata a Torino nell'ambito delle celebrazioni per l'anno da 'Capitale dello sport'. Si va allo Juventus Stadium malgrado tra Juventus e Figc rimangano ancora molti argomenti di discussione, come ricostruito in questi mesi di annunci e smentite. A mettere il punto è stato il presidente federale Carlo Tavecchio con conferma immediata da parte del sindaco della città Fassino. Si giocherà allo Stadium e sarà la seconda volta che la nazionale mette piede nella casa della Juventus la quale, dal canto suo, aveva sempre dato disponibilità (come ovvio) a concedere l'impianto senza, però, aver mai spinto per questa soluzione.

Il club bianconero, dunque, apre le porte dello Stadium. Difficile immaginare, però, che dietro questo avvenimento si celi un riavvicinamento tra due parti che restano in aperto conflitto. Linee politiche di Tavecchio, calciopoli e tanto altro dividono oggi Juventus e Figc; in attesa della sentenza della Cassazione slittata a marzo, ad esempio, tutto resterà congelato sul fronte della maxi causa da 443 milioni che la Juventus ha depositato al Tar come richiesta danni per le vicende del 2006. Curiosamente l'amichevole arriverà pochi giorni dopo il verdetto della Suprema Corte. Non è impossibile immaginare che il clima a Torino sarà bollente.

Juventus e Figc divisi su tutto: Conte, calciopoli e Tavecchio
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Calciomercato 2014/2015: il tabellone con acquisti e cessioni invernali

Squadra per squadra, tutti i trasferimenti e le trattative fallite del mercato di riparazione della Serie A

Cuadrado al Chelsea: dal 2010 la serie A ha venduto top player per 800 milioni

Il colombiano approda alla corte di Mourinho che paga la clausola. Da Balotelli in poi siamo diventati un paese esportatore. Anche se poi...

Commenti