Supermarket Cagliari: le big fanno spesa in Sardegna

Non solo Nainggolan. Nel mirino dei club più forti anche gli altri gioielli rossoblu Astori, Pinilla e Agazzi

Davide Astori (a sinistra) è nel mirino del Milan. (Credits: Ansa)

Nicolò Schira

-

Tra le mete preferite dagli italiani per le vacanze estive, la Sardegna sta diventando anche il luogo per le big del calcio italiano dove pescare rinforzi di spessore. Le principali formazioni del nostro campionato sono infatti pronte a fare shopping a Cagliari, prelevando i gioielli della compagine del presidente Cellino.

La Fiorentina ha già chiuso già un accordo di massima per l'estremo difensore Micheal Agazzi, che sarà l'erede fra i pali viola di Emiliano Viviano. Per la successione i rossoblu hanno messo nel mirino l'estremo difensore della Nazionale Under 21 Francesco Bardi. Di proprietà dell'Inter, il numero uno labronico può sbarcare insieme allo stopper Luca Caldirola nell'ambito dell'affare Nainggolan.

Il centrocampista di nazionalità belga è stato però promesso dal patron isolano alla Roma. Venerdì scorso il diesse giallorosso Walter Sabatini ha incontrato Cellino trovando l'accordo: 10 milioni di euro più le metà di due giovani talenti come PiscitellaPolitano. Inizialmente i sardi avevano chiesto il classe '95 Romagnoli, sul quale tuttavia i capitolini hanno posto il veto. 

In partenza anche la punta cilena Mauricio Pinilla, appetito come attaccante di scorta da Fiorentina e Inter. In pressing anche Parma, Atalanta e Livorno: per questo l'ex Sporting Lisbona potrebbe essere venduto. Il Cagliari farebbe così cassa senza indebolirsi particolarmente, dato che manterrebbe in organico le coppia offensiva Ibarbo-Sau

L'ultimo gioiello destinato ad approdare altrove è il centrale Davide Astori. Il difensore classe '87 piace parecchio in Premier League, dove Tottenham e Southampton hanno già avanzato proposte ufficiali. A spuntarla dovrebbe però essere il Milan: i rossoneri puntano sul difensore mancino per completare la propria retroguardia. Un difensore nel giro della Nazionale e di prospettiva per colmare il gap con la Juve. Questo l'input di Massimiliano Allegri, che conosce bene lo stopper per averlo allenato proprio in rossoblu. Inoltre Astori - essendo cresciuto nel settore giovanile milanista - permetterebbe al club di via Turati di iscriverlo alla Lista Champions quale giocatore di formazione, liberando pertanto un posto per un altro elemento.

© Riproduzione Riservata

Commenti