caduta_pozzovivo
Altri sport

Paura per Pozzovivo: brutta caduta al Giro d'Italia

Il corridore italiano ha riportato un trauma facciale e cranico nella terza tappa Rapallo-Sestri Levante. Vince Matthews, che rimane maglia rosa

"Non sembrava una caduta pericolosa, la curva non era così brutta. E' caduto solo lui. Non c'era alcuna pressione, niente, se non è sfortuna questa?". Parola di Domenico Montaguti, compagno di squadra di Domenico Pozzovivo, vittima di un bruttissimo capitombolo nella terza tappa del Giro d'Italia. Il corridore della squadra francese Ag2r la Mondiale è scivolato con la ruota anteriore mentre affrontava la discesa del Passo della Scoglina. Ha battuto la testa sull'asfalto e per alcuni minuti infiniti si è temuto per la sua vita. Pozzovivo è stato trasportato in tutta fretta all'ospedale San Martino di Genova, mentre tutti gli appassionati del Giro trattenevano il respiro nell'attesa di conoscere le sue condizioni. Ci ha pensato il resposabile sanitario della corsa, il professor Giovanni Tredici, a riportare la calma. "E' cosciente - ha spiegato il medico - presenta ferite al volto, ma è cosciente. Non c'è una situazione d'emergenza". Fine dell'incubo.


Si diceva, la sfortuna. Ieri Pozzovivo era stato coinvolto in un'altra caduta, che non aveva prodotto guai fisici rilevanti. Due su due. Quasi, una dannazione. Secondo il dottor Massimo Branca, sul posto al momento dell'incidente, il ciclista di Policoro ha riportato un trauma cranico e un trauma facciale dovuti alla caduta. Sarà costretto quasi certamente a lasciare il Giro, ma considerando come sono andate le cose questo è senza dubbio il dato meno rilevante di tutta la faccenda.

Per la cronaca, la terza tappa del Giro è stata vinta dall'australiano Michael Matthews, che ha preceduto sul traguardo Fabio Felline e il belga Philippe Gilbert, conservando così la maglia rosa

La guida al Giro d'Italia 2015
© Riproduzione Riservata

Commenti