17-23 dicembre: le bomberate della settimana
Chiamarsi Bomber
17-23 dicembre: le bomberate della settimana
Sport

17-23 dicembre: le bomberate della settimana

Dalla scoperta del sosia di Pardo a quella della fidanzata del bomber russo Kokorin e dei poliziotti che hanno fermato in auto bomber Reus...

Bomberata n°5: lo stile di Bonaventura

Chiamarsi Bomber

La foto pubblicata sul suo profilo Instagram mostra il giocatore rossonero in abiti da principino inglese, pronto per una battuta di caccia alla volpe. Che stile. Spicca su tutto un sobrissimo papillon di legno: roba da far invidia a mister Massimiliano Allegri, con il quale abbiamo riscontrato una certa qual somiglianza nel cipiglio.

Bomberata n°4: il sosia di Pardo

Chiamarsi Bomber

In un ristorante di Roma abbiamo scovato Pierluigi Pardo con Pierluigi Pardo 2.0. Alcune voci sostengono che sia una mossa strategica di Mediaset: clonare il noto conduttore per raddoppiare TikiTaka. Dai laboratori sotterranei di Sky pare sia già pronta la contromossa: la clonazione di Fabio Caressa.

Bomberata n°3: la doppietta di Kokorin

Aleksander Kokorin, 23enne attaccante della Dinamo Mosca, è stato beccato in hotel con due bomberone di livello leggendario e in pose leggermente ambigue. La fidanzata di Kokorin, in vacanza da sola a Bubai, si sarebbe leggermente insospettita e pare non abbia creduto alle ragioni del fidanzato: "Amore, è tutta prospettiva e giochi di luce. Stavo discutendo con le due dottoresse circa la deriva dei continenti. Sai quanto sia poco incline a sposare la teoria di Alfred Wegener...".

Bomberata n° 2: il tempismo di Borini

Instagram

Nel 2-2 tra Liverpool e Arsenal fondamentale il contributo del nostro amico Fabio. Subentrato nel secondo tempo si becca due gialli in due minuti. Di pregevole fattura il secondo: gamba tesa armata di tacchetti affilati, lanciata come una baionetta dritta al cuore di Cazorla. Borini, malgrado un'esecuzione da manuale, non è però riuscito a trapassare l'avversario ma gli ha solo scalfito un capezzolino... Poco dopo, su Instagram, ecco svelato il motivo di tanta fretta nel lasciare il campo: brighella!

Bomberata n°1: il foglio rosa di Reus

Getty Images

Marco Reus è stato beccato al volante senza patente. Non perché non l'avesse con sé, ma perché il bomber tedesco non ha mai sostenuto l'esame di licenza di guida: poveretto, ci sta, ha solo... 25 anni!  Multina onesta da 540 mila euro, cifra proporzionata al suo stipendio mensile. Ahinoi, quest'anno a Natale niente I-Phone per il baby (come certifica la foto) Marco.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti