La perfezione esiste, ma non per tutti risponde agli stessi canoni, anzi.

Ciò che in un angolo del mondo può corrispondere al bello assoluto agli antipodi fa rabbrividire il senso estetico.

Questo è noto e non è certo una novità, ma lo studio condotto dalla farmacia online inglese Superdrug Online Doctors ha messo uno accanto all'altro i canoni estetici del corpo femminile riferiti a 18 Paesi diversi nel mondo. Il progetto si chiama "Perceptions Of Perfection"  e, come si legge nel comunicato stampa della Superdrug, "È una concetto molto comune quello secondo cui la percezione della bellezza e della perfezione, possano avere un impatto significativo nel tempo, nella cultura di uomini e donne. L'obiettivo di questo progetto è stato quello di voler elaborare una conoscenza maggiore della potenzialità degli standard di bellezza e osservare come questi possano variare in ogni parte del mondo."

Designers di photoshop (4 uomini e 14 donne) provenienti dai Paesi presi in esame sono stati chiamati a modificare un'immagine base di una donna in biancheria intima adottando quelli che vengono ritenuti i modelli di riferimento in fatto di bellezza validi nel loro Paese d'origine. Dai capelli al giro vita, dal colore delle scarpe alla forma delle gambe e del sedere tutto era modificabile. 

Ne sono venute fuori 18 donne più o meno morbide, dal seno sempre generoso e dal sorriso stampato in volto, ma con differenze l'una dall'altra.

In generale va detto che il pianeta, almeno osservando le 18 foto, sta virando verso un ideale femminile meno scheletrico dove le gambe a stecchino e il vitino da vespa hanno fatto il loro tempo.

Sì a cosce a glutei ben torniti e a spalle generose, largo a gambe solide e ventre spazioso e no a canoni da fame.

Nemmeno Usa e Uk scendono a compromessi con la magrezza eccessiva e in Spagna la donna oversize sembra essere di gran moda.

Uniche eccezioni arrivano da Cina e Italia. Il nostro Paese, in compagnia della Cina, continua a ritenere che la donna per essere bella debba ridursi ai minimi termini, con gambe sottilissime e braccia inesistenti. Un ideale allarmante per raggiungere il quale bisogna scendere sotto al livello di guardia in fatto di salute e che preoccupa gli esperti: "Veicolare un simile modello - dicono - è pericoloso per le nuove generazioni che puntano ad un insano ideale di perfezione per lo più astratta".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti