Perché gli insuccessi dei figli dipendono dai genitori

Nuovi studi addossano a genitori troppo autoritari, troppo presenti o emotivamente assenti le responsabilità dei fallimenti dei bambini. Ecco perché

Primo giorno di scuola

Primo giorno di scuola – Credits: IStockPhoto

"Cosa accomuna i genitori dei bambini destinati a non avere successo". Si apre così il nuovo capitolo della serie con cui Business Insider sta cercando di far capire a mamme e papà di tutto il mondo quanto il futuro dei loro figli dipenda dal loro atteggiamento.

I consigli degli esperti

Dopo aver dispensato consigli su come insegnare ai piccoli ad essere sempre positivi nei confronti del proprio corpo, oppure ripreso alcune semplici lezioni di vita impartite da insegnanti che lavorano a stretto contatto con i bambini, come allontanarli dallo schermo del cellulare, avere fiducia nel sistema scolastico, accettare che commettano sbagli, e così via, il settimanale si rivolge direttamente ai genitori dicendo loro esattamente quello che non vorrebbero mai sentirsi dire. Ovvero che il loro modo di interagire in famiglia è sbagliato, e se non correggeranno i loro difetti potrebbero mettere a repentaglio il futuro dei loro piccoli.

Gli errori dei genitori

Gli errori frequenti da cui Business Insider mette in guardia sono sei e portano tutti a crescere figli destinati, in base a studi sociologici, a non avere successo nella vita da adulti. Il primo è quello di essere genitori troppo autoritari, perché in questo modo si scoraggia una comunicazione aperta e si facilita il radicamento di una serie di inibizioni nei ragazzi.

Il secondo è consentire di stare davanti alla televisione sin dalla prima infanzia. Apparentemente stare incollati al piccolo schermo è strettamente collegato all'incapacità di comprendere i problemi di matematica.

Terzo errore è quello di gridare, atto inutile e controproducente nel lungo periodo, così come il ricorso (quarto errore) agli schiaffi o, peggio, a forme più gravi di violenza. Si tratta di atti che lasciano tracce indelebili e che sono destinati a creare disturbi cognitivi.

Il quinto comportamento da evitare è cercare di tenere tutto sotto controllo, trasformandosi in quelli che vengono definiti "genitori-elicottero", proprio perché tentano di arrivare dappertutto: il risultato sarà quello di aumentare la probabilità che da adulti i propri figli soffrano di ansia e depressione.

Infine, non bisogna essere emotivamente distanti dai propri figli. A volte i loro piccoli problemi possono apparire insignificanti, ma non lo sono e troppo distacco può tradursi in traumi emotivi ed insicurezze.

Forse accusare i genitori di essere i principali responsabili dei futuri insuccessi dei figli è un po' esagerato, se non addirittura arrogante, ma resta il fatto che, studi e numeri alla mano, taluni comportamenti si siano rivelati controproducenti. Quindi meglio provare a smussarli finché si è in tempo.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti