Life

Donald Trump, la protesta social contro il Presidente passa anche per #45

L'idea è del vice sindaco di Charlottesville Wes Bellamy che si rifiuta di definire Trump "Presidente". Ecco perchè

#45, la protesta contro Trump corre sui social

Barbara Massaro

-

Bisogna meritarsi il titolo di Presidente degli Stati Uniti d'America e, secondo il vice sindaco di Charlottesville Wes Bellamy, Donald Trump non sarebbe all'altezza di essere chiamato Mr. President.

Cosa significa #45

Per questo Bellamy, nel corso di un'intervista alla CNN ha appellato Trump chiamandolo numero 45, riferendosi al fatto che Trump è il quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti.

In breve Twitter ha sposato l'idea rilanciando l'hashtag #45 e moltiplicandolo in segno di sostegno a Bellamy.


 

L'intervista 

Dopo le violenze del fine settimana in cui un militante di estrema destra ha caricato la folla con la sua Dodge uccidendo una giovane donna e provocando numerosi feriti, Bellamy ha spiegato la sua scelta: "Non è degno del titolo di cui è investito - ha spiegato il vice sindaco afro americano - Quando comincerà a comportarsi meritando quel posto e a guidare l'America con lo spirito di chi unifica un popolo, soltanto allora lo chiamerò Presidente Trump".

Tra i tanti utenti che hanno sposato l'hashtag #45 c'è anche Christopher Jackson, che nel musical Hamilton ricopre la parte del primo presidente Usa, George Washington: "Non sai niente di #GeorgeWashington. Niente dell'America. Sei fuori di testa, inetto ciarlatano. Noi siamo contro di te", ha twittato l'attore corredando il tweet con un #45.

Le forme di protesta contro Trump

La protesta #45 è solo l'ultima delle iniziative social-popolari di protesta contro l'amministrazione Trump. Sin da novembre, dopo l'elezione alla Casa Bianca, l'America democratica si è mobilitata. Sit-in, manifestazioni, marce e catene umane si sono svolte in ogni zona degli States senza escludere Hollywood. Tra le celeb dello showbiz, per esempio, da qualche tempo si è diffusa la moda di tagliarsi i capelli quasi a zero e di tingerli di biondo platino.

E' un modo per staccarsi dal modello Melania che, invece, nell'America profonda tycoon va per la maggiore.

Per saperne di più:



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Charlottesville, il comportamento ambiguo di Trump e la reazione repubblicana

In un balletto di dichiarazioni, il presidente statunitense prima condanna razzismo e suprematisti bianchi, poi ritratta. Suscitando una bufera, anche nel suo partito

Il fantasma di Obama che perseguita Donald Trump

Tutto ciò che riguarda Obama genera reazioni contrarie in Trump. Come mostra il passo indietro negli accordi sul clima e la sua agenda politica

Commenti