Ufficio Stampa
Società

Diego Dalla Palma torna in Tv

Dai 20 agli 80 anni, il guru della bellezza insegna a 16 donne come cambiare il proprio look

Chi non ha mai sognato almeno una volta di cambiare il proprio stile affidandosi a un vero guru della bellezza? Ad Abano Terme, nella cornice del centro benessere Hotel Mioni Pezzato & SPA, sedici fortunate donne dai 18 agli 80 anni si sono affidate all'esperto Diego Dalla Palma per trasformare la propria immagine. Il 2 aprile alle 15.45, su Retequattro parte il programma Ciao Bellezza!, otto puntate di consigli ma anche di emozioni. Che lui ci racconta.

Sedici donne al cospetto del visagista più famoso d'Italia: qual è lo strumento sottovalutato da tenere sempre con noi? Fondamentale è la consapevolezza di sé, non essere condizionati dal giudizio degli altri, e imparare a conoscersi e a capirsi. Da lì parte il vero viaggio verso la bellezza.

Le richieste più comuni? Non tagliatemi i capelli e il rossetto rosso no! Poi magari indossano un tacco 12 molto audace. Odio i luoghi comuni che gravano su questo Paese. Le donne devono liberarsi e trovare una loro identità.

Diego Dalla Palma durante il programmaUfficio stampa

20, 40, 60 anni: che cosa non può mancare nel beauty? A vent’anni serve l’audacia e i colori di ogni tipo. A quarant’anni si deve puntare sulla seduzione. Quindi sì agli occhi bene in vista, al mascara colato, al tubino senza manica, alle calze opache scure. A sessant’anni conta lo stile ma anche l’anticonvenzionalità. Bisogna puntare su una grossa collana, e magari osare con una pettinatura stravagante.

Pro o contro l’aiutino del chirurgo? Contro. A meno che non serva a migliorare certi difetti davvero fastidiosi. Sono per la ginnastica e una buona alimentazione.

La sua donna ideale? Virna Lisi era una bomba. Caterina Murino ha un ottimo potenziale. Trovo sexy Micaela Ramazzotti e straordinaria Rosalinda Celentano. Su Giovanna Mezzogiorno mi piacerebbe lavorare.

E la più facile da aiutare? Cher. Non truccavo più le star, ma mi avevano chiesto un favore. Senza trucco era talmente particolare che appena arrivato non l’ho riconosciuta. Però si è affidata senza battere ciglio.

Che cosa ne pensa dei tutorial? Non li amo. Ogni donna è speciale e non si può adattare a tutto. Io credo nello studio e nelle 75 regole antropometriche. Sa cosa significa? Non conta che il caschetto vada di moda se poi le proporzioni di chi lo porta non vanno bene per quel taglio. Non funziona così. Prima di applicarmi su una donna studio la sua figura, dalla punta dei capelli a quella dei piedi.

E in tv che programmi guarda? Le Iene, Report, Striscia la Notizia. Non guardo i programmi di cucina perché non sono portato. E poi penso che questi chef stellati siano in tv solo per essere protagonisti, quando dovrebbero esserlo i loro piatti. Penso a una Sacher, all’anatra all’arancia, a un risotto giallo: nessuno di loro ha ancora creato un piatto indimenticabile, di quelli importanti da lasciare il segno. Per me la bellezza vera è quella lì.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti