Snapchat: come utilizzare filtri e lenses
Snapchat: come utilizzare filtri e lenses
Tecnologia

Snapchat: come utilizzare filtri e lenses

Dalle semplici opzioni di fotoritocco alle animazioni 3D: ecco come trasformare una foto o un video in un contenuto divertente (e virale)

Per quale motivo tutti parlano di Snapchat? Semplificando si potrebbe dire perché offre degli strumenti di comunicazione che non sono presenti sugli altri social network. Due in particolare.

Il primo: Snapchat consente di inviare foto e video a tempo determinato: i contenuti pubblicati si autodistruggono dopo essere stati visti. E ciò – come vi abbiamo spiegato – determina tutta una serie di ripercussioni sui comportamenti degli utenti

Il secondo: Snapchat permette di personalizzare i contenuti con testi, emoticons, filtri ed effetti 3D (le cosiddette “lenses”) in maniera facile e, in alcuni casi, anche piuttosto spassosa.

In questo articolo ci occuperemo proprio di questo secondo aspetto quali sono e come si utilizzano tutti gli effetti speciali presenti sull’applicazione [Scorri Avanti per continuare].



Testi

Buyalex @Flickr

L’aggiunta di parole e frasi a piacere è una delle opzioni più semplici da utilizzare. Dopo aver scattato una foto o un video è sufficiente cliccare sul simbolo “T” in alto a destra e digitare il testo. Sempre dallo stesso tasto è possibile, una volta completata la frase, modificare la sovraimpressione rendendola più grande e centrata rispetto all’inquadratura.

Emoticons

L’utilizzo di emoticons ed emoji è ormai una costante di quasi tutte le conversazioni “social”. Non fa eccezione Snapchat che dispone dell’ormai collaudata sfilza di pittogrammi suddivisa per categorie (faccine, animali, cibo, trasporti, eccetera). Peculiarità del servizio sta nella possibilità di appiccicare le emoji sulla foto e di girarle e ridimensionarle in modo da adattarle alla scena.

Disegni a mano libera

Per i più creativi Snapchat offre anche la possibilità di scrivere o disegnare a mano libera, basta cliccare sul tasto matita presente sul menu in alto a destra, scegliere il colore del tratto e utilizzare la punta del polpastrello come fosse un pennino. Il rischio di trasformare la foto o il video in uno scarabocchio è sempre dietro l'angolo, ma se vi sentite confidenti con il mezzo vale la pena provare. 

Filtri

Il vostro “snap” vi sembra poco incisivo? Niente paura potete sempre ritoccarlo con i filtri offerti dal servizio. Basta una strisciata di pollice da sinistra a destra per modificare tonalità e colori (sì, c’è anche il bianco e nero). Da sottolineare la presenza di filtri georeferenziati per aggiungere contenuti e relativi alla propia città di appartenenza (ora, temperatura, disegni e scritte) e la possibilità di modificare il tempo dei video, accelerando o rallentando la velocità della clip.

Lenses

Fra le opzioni di postproduzione di Snapchat sono senza dubbio le più caratteristiche. Le cosiddette “lenses” sono animazioni 3D che si adattano al viso di un autoscatto o un videoselfie. Per crearle è sufficiente attivare la fotocamera frontale e tenere premuto sul viso per qualche secondo. A quel punto sarà possibile scegliere fra una dozzina di effetti diversi: ce n’è di tutti i tipi e per tutti i gusti (ogni giorno Snapchat rinnova la lista dei temi) con la possibilità, per alcuni di questi, di realizzare delle vere e proprie animazioni basate sui movimenti del volto, ad esempio l’apertura della bocca.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti