Lifestyle

Paolo Gioli - Abuses. Il corpo delle immagini

A Napoli iuna lettura inedita dell'opera fotografica dell'artista veneto attraverso una selezione di oltre un centinaio di immagini

A Villa Pignatelli, Napoli, dal 12 aprile al 1 giugno 2014, la mostra “Paolo Gioli - Abuses. Il corpo delle immagini” a cura di Giuliano Sergio.

Una lettura inedita dell'opera fotografica dell'artista veneto attraverso una selezione di oltre un centinaio di immagini che affrontano un tema centrale nella ricerca di Gioli: l’indagine sul corpo e sulla natura morta. Per Gioli la fotografia non è documento ma emanazione del corpo.

L'artista forza i limiti strutturali dell'immagine, le sue aberrazioni e gli effetti ottici per utilizzarli come elementi drammatici. La tecnica del foro stenopeico, il montaggio di fotografie e di pellicole, gli interventi di luce in sede di sviluppo, i trasferimenti della polaroid, gli inserti di stoffa e gli interventi con la pittura, costituiscono una narrazione visiva che trasforma il medium fotografico nell'icona che incarna la seduzione, il desiderio, la sofferenza del corpo.

La mostra è promossa e organizzata dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Napoli e della Reggia di Caserta con Incontri Internazionali d’Arte.

È realizzata con la collaborazione di Civita Cultura, con il sostegno della Provincia di Napoli e con il patrocinio della Regione Campania con il supporto di MN Metropolitana Napoli, Clemart Srl  e la collaborazione tecnica di MAG-JLT.

Paolo Gioli
Abuses. Il corpo delle immagini
Villa Pignatelli - Casa della fotografia, Napoli
12 aprile -1 giugno 2014

Paolo Gioli

Dalla serie "Autoanatomie", 1986, Polaroid Polacolor trasferita su seta, applicata su cartoncino nero, cm 58x50

Ti potrebbe piacere anche

I più letti