Google
Tecnologia

Nexus 9: cinque motivi per cui l’iPad deve temerlo

Dimensioni, prestazioni e molto altro: ecco perché il nuovo tablet realizzato da HTC per Google è il rivale numero uno del tablet di Apple

Il nuovo tablet marchiato Google ha finalmente un volto. Si chiama Nexus 9 e lo ha realizzato HTC, società fra le più attive della scuderia Android, e arriverà fisicamente nei negozi (per il momento solo lo store online di Google Plat) dal prossimo 3 Novembre. Molti gli spunti di interesse offerti dal dispositivo che per caratteristiche e prezzo si candida a diventare il rivale più temibile del nuovo iPad di Apple.

Qui di seguito vi spieghiamo quali sono gli elementi di spicco del dispositivo e per quale motivo dobbiamo considerarlo uno dei prodotti più interessanti dell’anno. [Sfoglia per continuare]

1. La prova del 9

Google

Né piccolo né grande. Il nuovo Nexus 9 si presenta con uno schermo da 8,9 pollici, a metà strada fra il grande iPad e l’iPad Mini. Decisamente confortante anche il responso della bilancia: con i suoi 420 grammi, la tavoletta di HTC entra di diritto fra i persi piuma del settore. 

2. Un hardware allo stato dell’arte

Google

La dotazione fisica del nuovo Nexus 9 è di primissimo piano. Oltre al già citato display da 8,9 (2048 x 1536 la risoluzione) il tablet creato da HTC per Google mette sul piatto un chipset Tegra K1 con architettura 64 bit, 2 GB di RAM, un sistema di altoparlanti BoomSound, una fotocamera posteriore da megapixel (f/2.4) con auto-focus e flash Led e una anteriore da 1.6 megapixel (f/2.4). Molto buone, almeno sulla carta, le risorse per i videogamers: spicca in questo senso la nuova GPU Keppler DX11 GPU, probabilmente uno dei motori grafici più potenti che si sia mai visto su un tablet.

3. Un tablet che ammicca all’utenza professionale

Google

Per quanto lontano dal mondo dei PC e dei notebook, il nuovo Nexus 9 è forse il primo vero tablet Android pensato anche per utilizzi professionali. La presenza di un processore a 64-bit agevolerà gli sviluppatori nel creare applicazioni più vicine al mondo desktop, mentre il formato 4:3 del display dovrebbe miglioere l’esperienza per gli utenti che si cimentano in attività da ufficio (creazione di fogli di calcolo, email, ecc). Da sottolineare, fra gli accessori, la presenza di una tastiera Folio (venduta separatamente) da attaccare magneticamente al Nexus 9. L’unità, spiega Google, supporta la connessione NFC e ha una batteria con un’autonomia fino a cinque mesi (terminata la quale si procede a ricarica via Usb).

4. Un sistema operativo tutto nuovo

Google

Nexus 9 è il primo tablet equipaggiato con la release L di Android (Lollipop). Rispetto a tutte le varie tavolette motorizzate Kit Kat (e precedenti), il nuovo portacolori di Google offre quindi un livello di personalizzazione molto più elevato per ciò che riguarda il controllo su chiamate e messaggi (è possibile ad esempio rispondere ai messaggi direttamente dalla schermata di standby), notifiche, account multi-utente e sicurezza. Fra le risorse anche una nuova modalità di risparmio energetico e un sistema (Android Smart Lock) che permette di bloccare il tablet abbinandolo a un altro dispositivo, ad esempio un orologio. 

5. Prezzi in linea con il mercato

Google

Il nuovo Nexus 9 sarà acquistabile dal prossimo 3 novembre su Google Play Store in tre differenti versioni (16 GB, 32 GB e 32 GB LTE) a un prezzo di rispettivamente 389, 479 e 599 euro. Certo, ripensando a certe offerte stracciate dei precedenti modelli Nexus ci sarebbe di che crucciarsi, ma con tutta onestà bisogna ammettere che la proposta di Google è, per qualità tecnica e affidabilità, perfettamente  in linea con i prezzi di mercato

Ti potrebbe piacere anche

I più letti