tendopoli_amatrice
ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images
tendopoli_amatrice
News

Terremoto Centro Italia: come aiutare le popolazioni colpite

Mentre i soccorritori scavano ancora tra le macerie, si moltiplicano le iniziative di raccolta fondi: ecco le principali

Il numero solidale 45500

D'intesa con il Dipartimento della Protezione Civile, Poste Mobile ha attivato il numero solidale 45500, tramite il quale è possibile donare 2 euro tramite l'invio di un sms oppure con una chiamata da rete fissa.

Poste Italiane con Croce Rossa Italiana

In collaborazione con la Croce Rossa Italiana, Poste Italiane ha istituito il conto corrente "Poste Italiane con Croce Rossa Italiana - Sisma del 24 agosto 2016" per le donazioni a favore degli abitanti dei centri gravemente danneggiati dal terremoto. Il codice IBAN è IT38R0760103000000000900050.

L'iniziativa della Caritas Italiana

Con l'immediato stanziamento di 100 mila euro per i primi interventi, Caritas Italiana ha avviato una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. Per inviare una somma è possibile utilizzare il conto corrente postale n° 347013 (causale "Terremoto Centro Italia") o effettuare un bonifico specificando nella causale "Colletta terremoto centro Italia" con questi riferimenti bancari: Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma, Iban IT 29 U 05018 03200 000000011113; Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma, Iban IT 06 A 03359 01600 100000012474; Banco Posta, viale Europa 175, Roma, Iban IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013; UniCredit, via Taranto 49, Roma, Iban IT 88 U 02008 05206 000011063119. Si può anche effettuare una donazione online cliccando qui.

La raccolta online della Regione Umbria

La Regione Umbria ha attivato dal suo sito online un servizio di raccolta fondi tramite il proprio sistema PagoUmbria: cliccando sul banner con la scritta "Raccolta fondi Terremoto 2016 - Fai una donazione" si può appunto procedere con la donazione attraverso il sistema di pagamento online.

Una gita al museo a fin di bene

"Tutti gli incassi dei musei statali della prossima domenica 28 agosto saranno destinati ai territori terremotati": questa la decisione comunicata dal ministro dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, che ha contestualmente invitato tutti gli italiani ad "andare nei musei in segno di solidarietà con le popolazione coinvolte dal sisma della scorsa notte". Per l'elenco delle strutture partecipanti all'iniziativa, cliccate qui.

All'iniziativa hanno poi deciso di aderire anche alcuni musei comunali ed eccelsiali.

18 settembre: colletta nazionale nelle chiese

Domenica 18 settembre, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale di Genova, si terrà in tutte le chiese italiane la Colletta nazionale indetta dalla Conferenza episcopale italiana a favore delle popolazioni colpite dal sisma.

Le iniziative delle Banche

Federcasse, l'Associazione nazionale delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane, ha attivato un conto corrente di solidarietà presso Iccrea Banca Spa, con la causale "Terremoto 2016 Centro Italia". L'IBAN del conto, intestato a Federcasse, è IT 56 T 08000 03200 00080 0032003.

Anche il Gruppo Banca Popolare di Bari ha attivato il conto corrente "Sisma 24 agosto 2016" per la raccolta fondi da destinare alle popolazioni delle zone colpite: il codice IBAN è IT 83 Z 05424 15300 000000010000. Per poter versare il proprio contributo è tra l'altro possibile andare sui siti www.popolarebari.it o www.cariorvieto.it e cliccare sugli appositi banner, inserendo quindi i dati della propria carta di pagamento abilitata.

Milano: raccolta di cibo e generi di prima necessità

La Federazione di Milano del Partito della Rifondazione comunista ha promosso una raccolta di cibo e generi di prima necessità da portare quindi nelle zone colpite dal terremoto: "Servono pasta, scatolame, conserve, coperte, pannolini, assorbenti, farmaci generici e acqua, garze, latte in polvere, omogeneizzati, sapone, bagno schiuma, shampoo, piatti, posate e bicchieri di plastica, rotoli di carta e carta igienica, spazzolino, dentifricio, salviette, pile e batterie e vestiti in ottime condizioni", viene specificato via facebook. Per aderire all'iniziativa occorre portare quanto richiesto tutte le mattine alla Federazione di Rifondazione comunista in via Benaco 16 a Milano, chiamando prima il numero telefonico 02.52209068.

Scommesse: Snai raddoppia la solidarietà

Il Gruppo Snai, attraverso la Fondazione iZilove, ha deciso di dare il proprio contributo in favore delle vittime del terremoto: fino al prossimo 30 settembre sarà infatti possibile effettuare una donazione sul sito www.snai.it (cliccando qui) e nelle circa 2 mila agenzie sparse sul territorio, con Snai che si impegna a raddoppiare l'importo aggiungendo una cifra equivalente a quella versata dal singolo.

Donazione sangue

Il Centro Nazionale Sangue e le quattro Associazioni di volontari italiani del sangue Avis, Croce Rossa Italiana, Fidas, Fratres, invitano i donatori su tutto il territorio nazionale a programmare la propria donazione contattando l’associazione e/o il Servizio trasfusionale di riferimento, così da prevenire sia eccedenze sia carenze di emocomponenti.

Questa la raccomandazione di Vincenzo Saturni, presidente di Avis Nazionale: "E' importante non intasare le sedi Avis o i Centri trasfusionali e comunque occorre sempre accertarsi delle reali necessità. C'è il rischio infatti che all'emotività dell'immediato possano invece seguire giornate di carenza di sangue. E' utile mettersi a disposizione ma in modo coordinato, proprio per non sprecare la generosità”.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti