Salute

Le regole dell'Iss contro le fake news sul coronavirus

Troppe bufale sul Covid-19 circolano su internet e l'Istituto superiore di sanità (Iss) ha deciso di correre ai ripari: i suoi esperti hanno messo a punto una piccola guida in 7 punti per aiutare i cittadini a orientarsi tra notizie vere e notizie false che compaiono in rete e in particolare sui social network. Tra le più diffuse fake news ci sono quelle che, per esempio, attribuiscono alla vitamina C effetti benefici contro il Coronavirus, oppure che in Russia è già in vendita la medicina che ci cura dal virus, che i cani e i gatti sono contagiosi per gli esseri umani, che è pericoloso bere acqua del rubinetto… Tutto falso. Ma chissà quante altre notizie fasulle si diffonderanno.

Ecco dunque i consigli dell'Iss per stare alla larga dalle bufale:

1 - Non credere a tutto quello che intercetti sui social media, soprattutto se "condiviso" da amici solo virtuali.

2 - Attieniti alle fonti istituzionali, quali governo, ministero della Salute, Iss, Oms-

3 - Non dimenticare che le bufale sono "contagiose", il loro meccanismo è simile a quello di un virus che si propaga a partire da un piccolo gruppo di persone per poi esplodere in una vera epidemia.

4 - Rifletti prima di condividere anche tu notizie che suscitano una forte reazione, o che sembrano troppo buone o troppo cattive per essere vere.

5 - Controlla sempre la data di pubblicazione delle notizie, potrebbero essere superate.

6 - Fai attenzione ai link che rinviano a siti che per far divertire pubblicano appositamente notizie sarcastiche, che ovviamente non sono vere.

7 - Ricorda che l'opinione di un esperto ha un altro valore rispetto a quella che puoi ottenere dai gruppi social.


Ti potrebbe piacere anche

I più letti