riaperture viaggi
(Ansa)
riaperture viaggi
Salute

16 maggio, via libera agli spostamenti in Europa senza quarantena

Tutta Italia (eccetto Valle d'Aosta) in zona Gialla; spostamenti in Europa con doppio tampone; riaprono piscine all'aperto e stabilimenti balneari

Non sarà una giornata uguale a tutte le altre quella di domenica 16 maggio. Per quanto riguarda limitazioni e concessioni legate al Covid cambieranno infatti molte cose.

Partiamo con la tradizionale divisioni in zone colorate del paese. Il calo dell'indice rt (sceso a 0,86) infatti non provocherà peggioramenti delle colorazioni per le regioni, anzi. Tutta l'Italia dopo mesi e mesi sarà in zona Gialla. Anche Valle d'Aosta, Sicilia e Sardegna, le uniche in questi giorni ad essere in arancione potranno così tornare a riaprire come tutte le altre regioni italiane. Non ci sono però zone bianche.

Ma le principali novità arrivano per quanto riguarda la possibilità di spostarsi e viaggiare verso l'estero. Da lunedì infatti i cittadini italiani e tutti quelli della Ue potranno tornare a viaggiare all'interno dei paesi dell'unione europea, dell'Area Schengen, di Israele e della Gran Bretagna senza aver alcun obbligo di quarantena al rientro in Italia. È quanto stabilisce unìordinanza del Ministro della Salute Speranza in accordo con i pari colleghi della Ue.

Invece della quarantena al momento del rientro saranno richiesti due tamponi negativi; il primo da effettuarsi nel paese ove ci si trova entro 48 ore dall'arrivo in Italia; il secondo va ripetuto poi non appena si è entrati nel nostro paese. Questa normativa dovrebbe poi essere applicata a partire dal 1 giugno per tutti i paesi del G7 (Stati Uniti, Giappone, Cina, per esempio) in modo da stimolare il turismo verso le grandi città d'arte italiana provenienti dei paesi esteri.

Il consiglio resta comunque quello, prima di recarsi in un paese straniero, di verificare le normative di ogni singolo paese per capire come comportarsi.

Il 15 maggio poi, domani, riapriranno anche le piscine all'aperto e gli stabilimenti balneari in tutta Italia.

Il 17 invece la cabina di regia dovrà decidere le date delle riaperture di centri commerciali anche nei weekend, i parti di divertimento e tematici oltre alle consumazioni all'interno dei bar.

Per quanto riguarda lo spostamento del coprifuoco che tanto ha diviso e fatto discutere bisognerà pazientare un'altra settimana; da lunedì 24 maggio si potrà stare fuori casa un'ora in più, cioè fino alle 23.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti