Quando Di Maio diceva: "Se vinciamo a Roma diremo sì alle Olimpiadi"
ANSA/ANGELO CARCONI
Quando Di Maio diceva: "Se vinciamo a Roma diremo sì alle Olimpiadi"
News

Quando Di Maio diceva: "Se vinciamo a Roma diremo sì alle Olimpiadi"

Un'intervista del dicembre 2015 a Otto e Mezzo svela la piroetta del candidato premier del M5S

Nel dicembre 2015, quando mancavano pochi mesi alle elezioni comunali di Roma che avrebbero incoronato Virginia Raggi, Luigi Di Maio, candidato premier del MoVimento Cinque Stelle, diceva testualmente a Lilli Gruber a Otto e Mezzo: «Sosterremo la candidatura di Roma alle Olimpiadi se dovessimo vincere a Roma. Se invece dovessimo affidare la gestione delle Olimpiadi a chi, solo gestendo i campi rom, ha creato Mafia Capitale allora no, preferiamo che siano sostenuti i servizi essenziali. Speriamo di vincere e di essere i migliori alleati delle Olimpiadi di Roma per il 2024». Luigi Di Maio è reduce da qualche settimana di polemiche, condite con gaffe sulle mail lette ma non comprese e sul «dittatore venezuelano» Augusto Pinochet.


Raggi e le Olimpiadi Roma2024: la prova che il M5S non è fatto per governare

Pinochet, il dittatore venezuelano: la Storia secondo Di Maio

Ti potrebbe piacere anche

I più letti