(Ansa)
Politica

Conte annuncia la Fase 2 dal 4 maggio

Ecco come cambierà l'Italia dal prossimo 4 maggio, ma, dice il premier, «non sarà un liberi tutti. Continuare a mantenere le distanze sociali» | DECRETO

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ha illustrato poco fa in conferenza stampa agli italiani l'inizio della Fase 2, dal 4 maggio con le sue regole: la Fase della convivenza con il virus.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sulla Fase 2

DPCM FASE 2 allegato del 26 aprile 2020.pdf

Le Norme della Fase 2

Mantenere sempre le distanze di sicurezza, almeno di un metro, anche con i parenti. Quindi prosegue la distanza sociale.

Sarà pubblicato un nuovo modulo di autocertificazione che continuerà ad essere obbligatorio per gli spostamenti
mascherina obbligatoria (anche di stoffa) su tutti i mezzi di trasporto pubblici, in modo da coprire bocca e naso.

Sarà possibile effettuare spostamenti mirati per rivedere i parenti ed i congiunti. Visite con le mascherine e la distanza sociale. Divieto di organizzare feste di famiglia.

Divieto di spostamento tra Regioni (consentiti solo per motivi di lavoro, assoluta urgenza o di salute).

E' obbligatorio restare in casa per chi ha sintomi legati al Covid-19.

Possibilità di raggiungere la propria residenza o domicilio (se non coincidenti) dopo il Lockdown.

Possibilità di attività motoria individuale (come il running) nel rispetto della distanza da due metri (un metro per la semplice attività motoria) e allenamenti per sport professionisti.

Possibilità di celebrare i funerali con un numero massimo di 15 persone, nel rispetto delle regole di distanziamento sociale.

Il prezzo delle mascherine sarà calmierato. E sarà abolita l'iva sulle mascherine (prezzo ipotizzato 0,50 euro per le mascherine chirurgiche)

Riapertura di parchi ville e giardini pubblici a patto che i sindaci riescano a calmierare gli accessi. Altrimenti i sindaci possono emettere decreti per chiuderli



RIAPERTURA ATTIVITÀ

La premessa è che tutte le attività che potranno riaprire rispettino totalmente i vari protocolli per la sicurezza sanitaria e sociale da quella per i cantieri a quella per le aziende.

Bar e ristoranti potranno effettuare servizio d'asporto. Il cibo non potrà essere consumato all'esterno del locale stesso.

riapertura del comparto manifatturiero

riapertura del comparto edile e cantieristico

riapertura del comparto commercio al dettaglio ripartirà dalla settimana successiva (11 Maggio)

riapertura negozi il 18 Maggio

riapertura musei, luoghi culturali, biblioteche a partire dal 18 Maggio

riapertura completa di bar, ristoranti ma anche di cura della persona come parrucchieri ed estetisti a partire da Giugno

LE SOGLIE SENTINELLA

Il Governo ed il Comitato Scientifico stabiliranno dei livelli massimi di crescita e numero dei contagiati ma anche dei numeri negli ospedali, soprattutto per quanto riguarda i posti in terapia intensiva, superati i quali si ritornerebbe anche a livello locale al lockdown

Ti potrebbe piacere anche

I più letti