Banda larga: i 4 piani per l'Italia
Michael Smith/ Getty Images
Banda larga: i 4 piani per l'Italia
Economia

Banda larga: i 4 piani per l'Italia

Enel, Telecom-Vodafone-Wind, Metroweb e Fastweb: ecco le proposte dei grandi operatori per portare internet in tutte le case degli italiani

Sono quattro i principali piani annunciati dalle aziende per portare Internet veloce nelle città italiane. Dall'operatore storico Telecom Italia al nuovo arrivato Enel con Vodafone e Wind, fino a Fastweb e Metroweb, ecco chi si è messo in campo e come (sfogliare le slide).

LEGGI ANCHE: Il piano del Governo sulla banda larga

Telecom: 3,6 miliardi

Il piano di investimenti dell'operatore storico riserva allo sviluppo della banda ultralarga fissa in fibra ottica 3,6 miliardi di euro. Sono state già raggiunte oltre il 42% delle abitazioni (corrispondente a oltre 1000 comuni, comprese le prime 10 città annunciate dall'Enel, e superato i 10 milioni di km di estensione) e l'obiettivo è raggiungere, a fine 2018, l'84% delle abitazioni (di cui un 20% con tecnologia Ftth), posando oltre 16 milioni di km di fibra.

ENEL con VODAFONE E WIND

Il colosso elettrico, che ha stretto un'intesa con Vodafone Italia (che già offre il servizio in fibra in oltre 270 città e raggiunge 8,5 milioni di famiglie e imprese) e Wind (che dispone di 29mila km di fibra tra dorsali e reti circolari nelle aree urbane), porterà la fibra ottica Ftth in 7,5 milioni di case di 224 città con un investimento di 2,5 miliardi di euro. Le prime dieci città a partire sono Perugia, Bari, Venezia, Catania, Cagliari, Firenze, Genova, Napoli, Palermo e Padova, che saranno seguite poi da un secondo giro di altri 40 comuni.

FASTWEB punta ai 200 mega

A fine 2015 la rete in fibra ottica dell'operatore milanese raggiungeva 6,3 milioni di famiglie, che diventeranno 7,5 milioni nel 2016. Fastweb ha tuttavia recentemente annunciato anche che, partendo da Arezzo, Viterbo, Riccione, Rimini, Trento, Massa, Pistoia e Caserta, la rete in fibra sarà potenziata fino a 200 mega al secondo, il doppio della velocità rispetto agli attuali 100 mega, e verrà estesa al 50% della popolazione, pari a 13 milioni di famiglie e imprese, in oltre 500 città italiane entro il 2020.

METROWEB, da Milano al resto d'Italia

È di pochi giorni fa la decisione del cda di mettere sul piatto circa 1 miliardo di euro per il cablaggio di 10 città italiane. Il piano prevede cablaggi aggiuntivi per Milano, già ora la città più connessa d'Europa, e interventi strutturali a Torino, Genova, Verona, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Palermo con una rete in fibra ottica fiber to the home. Il perimetro della cablatura consentirà a Metroweb di raggiungere 2,3 milioni di unità abitative e il 17% della popolazione italiana. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti