La sinistra abbandona Del Turco
La sinistra abbandona Del Turco
News

La sinistra abbandona Del Turco

Nessuna solidarietà dopo la condanna dal Pd e dal Psi, i partiti di provenienza dell'ex governatore dell'Abruzzo - Una "gogna" lunga 5 anni

Ottaviano Del Turco: chi “era” costui? Il Pd e i parlamentari del Psi eletti nelle file dei democratici così sembrano reagire (almeno fino alla sera di lunedì 22 luglio) alla pesante condanna inflitta all’ex presidente della regione Abruzzo ed ex di tanti altri importantissimi incarichi in una storia politica tutta a sinistra: da segretario generale aggiunto della Cgil, il numero due di Luciano Lama, a parlamentare prima del Psi poi del Pd, a ministro delle Finanze.

Una storia che di colpo sembra tutta cancellata, sotto il peso della sentenza nel processo sulla sanità abruzzese. Tace Guglielmo Epifani, il segretario-traghettatore del Pd, che di del Turco era il sottoposto nella corrente socialista della Cgil, tacciono i parlamentari del Psi di Riccardo Nencini.

La solidarietà a Del Turco viene dal suo ex “compagno” nella Cgil, l’ex sindacalista socialista ed deputato del Pdl, Giuliano Cazzola che si dice “incredulo”. Per il resto, la solidarietà viene tutta dal centrodestra, da personaggi molto lontani dalla storia dell’ex presidente dell’Abruzzo.

Daniele Capezzone, presidente della commissione Finanze di Montecitorio e responsabile dei dipartimenti Pdl: “Credo nella sua totale innocenza”. E il senatore Luigi Compagna, anche lui del Pdl, si dice “inorridito”. Solidarietà piena a Del Turco viene anche dal deputato Pdl, Sergio Pizzolante, un quarantenne craxiano che giovanissimo era segretario della federazione del Psi di Rimini. Va giù duro Pizzolante contro gli altri ex socialisti eletti nelle file del Pd: “E’ una vergogna questo loro silenzio. Ma ancora più grave è il silenzio del Pd (che era il partito di Ottaviano) a cominciare da quello di Epifani, l’ex numero due della corrente socialista nella Cgil”. Prosegue: “Ormai piovono condanne sulla base di processi indiziari, di teoremi basati sul non poteva non sapere, di teorie logiche che invece si rivelano illogiche. Di Ottaviano non mi piacque la morale che si permise di fare a Bettino Craxi, ma la mia solidarietà nei suoi confronti è totale ”.

Che il Pd non proferisse parola molto probabilmente Del Turco se lo aspettava, anche perché, come denunciò in una recente intervista a Panorama.it , da tempo quel partito lo aveva abbandonato. Con amara ironia ricordò che almeno Epifani gli usò la cortesia di non chiamarlo per pronunciare la frase di rito: "sono sicuro che riuscirai a dimostrare la tua assoluta innocenza”. Almeno, disse l’ex numero due di Lama alla Cgil, Epifani “mi risparmò atteggiamenti da Santa Inquisizione, per il semplice
fatto che non l’ho sentito più”. Già, Del Turco: chi era costui per il Pd e il piccolo Psi di Nencini?

A sera interviene Marco Di Lello, deputato del Psi che si limita a dire: "Condanna difficile da comprendere". L'ex presidente del Senato, Franco Marini (Pd) usa toni più forti: "Sono incredulo".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti