Nuove misure sul decreto di sicurezza del governo Meloni
(Ansa)
Nuove misure sul decreto di sicurezza del governo Meloni
News

Nuovo decreto Sicurezza: novità  per Ong, baby gang e violenza sulle donne

Il governo Meloni prepara un nuovo decreto Sicurezza che arriverà sul tavolo del Consiglio dei ministri nei prossimi giorni: ci sono novità per le Ong che salvano i migranti, ma anche per le baby gang, le pistole elettriche e le nuove prevenzioni contro la violenza sulle donne

Potrebbe arrivare domani, o al più tardi nei primi giorni del 2023, il via libera del governo al decreto sicurezza che stabilisce nuovi limiti all'azione delle Ong che operano nel soccorso dei migranti in mare, ma anche provvedimenti su minori, baby gang e violenza sulle donne.

Le nuove misure imporrebbero ad esempio alle Ong di effettuare un solo salvataggio alla volta e dovranno seguire le istruzioni della Guardia Costiera. Chi non segue le regole va incontro a sanzioni ed al possibile sequestro della nave.

Si inaspriscono le normative sui minorenni che fanno parte delle baby gang; tra queste anche il divieto di usare il cellulare.

Pene più severe per chi minaccia le donne e non rispetta i provvedimenti già imposti. L'obiettivo del provvedimento è di potenziare l’attività di prevenzione per impedire che persone già segnalate possano compiere atti di violenza nei confronti delle donne ed è previsto l’ampliamento dei casi in cui il questore potrà emettere un provvedimento di ammonimento, in particolare per gli stalker.

Sarà trasferito in carcere chi è sottoposto al controllo elettronico attraverso il braccialetto ma tenta di manometterlo.

Nello stesso testo si torna a parlare anche del taser, la pistola elettrica in dotazione alle forze dell'ordine. L'utilizzo dell'arma, che dovrebbe avere un intento dissuasivo, sarà esteso a molti più casi e le pistole elettriche saranno distribuite anche nei comuni più piccoli dove, finora, non erano arrivate.

I più letti