Dal Mondo

Nigeria: Continua nel silenzio del mondo la mattanza dei cristiani

La Rubrica - Appuntamento in Piazza

Due sacerdoti sono stati uccisi durante il fine settimana in Nigeria, uno nello stato di Kaduna e uno nello stato di Edo, ne ha dato notizia la “Catholic news Agency” Fr. Vitus Borogo, sacerdote in servizio nell'arcidiocesi di Kaduna, « è stato ucciso il 25 giugno a Prison Farm, Kujama, lungo Kaduna-Kachia Road, dopo un'irruzione nella fattoria da parte di terroristi», ha affermato il cancelliere dell'arcidiocesi di Kaduna in una dichiarazione condivisa con ACI Africa. Il sacerdote, che aveva 50 anni, era il cappellano cattolico del Politecnico statale di Kaduna. Nello stato di Edo, Padre Christopher Odia « è stato rapito dalla sua canonica nella chiesa cattolica di San Michele, Ikabigbo, Uzairue, intorno alle 6:30 del 26 giugno. Di seguito è stato ucciso dai suoi rapitori» ha annunciato la diocesi di Auchi. Odia aveva 41 anni ed era amministratore di St. Michael's e preside della St. Philip Catholic Secondary School di Jattu. Più cristiani vengono uccisi per la loro fede in Nigeria che in qualsiasi altro Paese del mondo: almeno 4.650 nel 2021 e quasi 900 solo nei primi tre mesi del 2022.

Russia-Ucraina: L’esercito russo ha bisogno di nuovi soldati

Di fronte a una crescente crisi del personale all'interno delle sue forze armate, la Russia si sta affrettando a trovare combattenti per la sua guerra in Ucraina e reclutando pesantemente dalla sua regione del Caucaso settentrionale per formare nuove unità lungo linee etniche che vengono poi schierate con un addestramento minimo. Dopo quattro mesi di guerra, il Cremlino ha subito pesanti perdite nella sua invasione dell'Ucraina, ma finora ha rifiutato di ordinare una mobilitazione generale di soldati in età di leva. Invece, i reclutatori di tutta la Russia hanno chiamato uomini idonei per promuovere il servizio militare a contratto e riattivare i riservisti. La Russia sta anche conducendo il suo progetto che nelle intenzioni cerca arruolare circa 130.000 uomini di età compresa tra i 18 ei 27 anni entro la metà di luglio.

L’Iran e lo skateboard vietato

Un video diventato virale che mostrava adolescenti maschi e femmine durante una giornata dedicata allo skateboard nella città meridionale di Shiraz ha fatto arrabbiare i funzionari iraniani, che lo socrso 23 giugno hanno arrestato 10 partecipanti. Il video, che è stato pubblicato sui social media il 23 giugno, mostrava diversi adolescenti di entrambi i sessi che si mescolano liberamente su un viale a Shiraz per celebrare il "Go Skateboarding Day". Molti hanno criticato pubblicamente le restrizioni e un gran numero di donne nel video non indossavano il velo. il governatore di Shiraz Lotfollah ha dichirato: «Le azioni degli adolescenti in questo raduno sono una violazione delle norme religiose, e condanniamo fermamente queste azioni e le affrontiamo giudizialmente». I media iraniani hanno riferito lo scorso fine settimana che la polizia aveva arrestato 120 persone per presunti atti « criminali, tra cui bere alcolici, balli di sesso misto e non indossare l'hijab a una festa in una foresta nel nord del paese».

Pakistan: Arrestato la presunta mente degli attacchi terroristici di Mumbai del 2008

Il Pakistan ha arrestato la presunta mente degli attacchi terroristici di Mumbai del 2008 dopo aver negato per anni la sua presenza e aver persino affermato di essere morto, ha appreso Nikkei Asia. L'uomo, Sajid Mir, è nella lista dei terroristi più ricercati dell'FBI , con una ricompensa di 5 milioni di dollari in testa. È ricercato sia dagli Stati Uniti che dall'India da oltre un decennio. Mir è collegato a Lashkar-e-Taiba (LeT), un'organizzazione terroristica designata dalle Nazioni Unite che si ritiene sia stata dietro l'assedio del novembre 2008, quando una squadra di 10 uomini ha effettuato attacchi coordinati su più obiettivi. Circa 170 persone sono state uccise, principalmente indiani, insieme a sei americani e visitatori dal Giappone e altrove.

I più letti