La coreografia della partita Inter-Juventus all'andata (Ansa)
Calcio

Juventus-Inter e polemiche: quando si gioca

La guerra in Lega Serie A, Marotta contro Dal Pino, i calendari impossibili per il Coronavirus e la ricerca di una soluzione per il recupero. A porte aperte

Quando si giocherà il match scudetto Juventus-Inter? A porte aperte, chiuse o con limitazioni per i tifosi provenienti dalle regioni più colpite dal Coronavirus? La soluzione al pasticcio brutto che ha infiammato gli animi del calcio italiano condizionando pesantemente il finale di campionato verrà scritta cercando di evitare altri scivoloni e tenendo bene a mente un punto di partenza: andare avanti con i rinvii rischia di far saltare la stagione per mancanza di date utili per chiudere il torneo. L'altra certezza (per ora) è che fino a domenica 8 marzo in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna non si potrà fare calcio a porte aperte perché così stabilisce il decreto del primo ministro Giuseppe Conte. Quindi o si accettano le porte chiuse, oppure bisogna attendere che scocchi la mezzanotte e si passi a lunedì 9 marzo, sempre che non ci siano ulteriori proroghe.

La Serie A è sotto scacco a causa dell'epidemia e in buona parte ci si è messa da sola, con la decisione di rinviare le gare originariamente previste in questo fine settimana. Una scelta presa dal presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino, comunicata all'ora di pranzo di sabato 29 febbraio e contro la quale si sono scatenate le polemiche di molti club. C'è chi minaccia azioni legali (Brescia), chi diffida da ulteriori partite a porte chiuse e poi c'è l'Inter che è andata alla guerra. L'amministratore delegato Beppe Marotta ha ingaggiato un furioso corpo a corpo con Dal Pino, fatto di accuse reciproche e che ha bloccato ogni altra soluzione possibile.

ECCO LE DATE DEI RECUPERI

L'esigenza di portare a termine il campionato ha costretto, però, tutti a sedersi al tavolo per cercare un punto d'incontro il più possibile condiviso. Il Consiglio di Lega, dopo aver sentito anche la Figc, ha partorito uno schema che potrebbe risolvere la situazione lasciando aperti ancora pochi nodi (ad esempio il recupero di Inter-Sampdoria attualmente senza data). Il nuovo calendario prevede che Juventus-Inter si giochi lunedì 9 marzo alle ore 20,45 presumibilmente a porte aperte e senza alcuna limitazione per i tifosi provenienti da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna perché le restrizioni scadono alla mezzanotte dell'8 marzo. Sarà così? Impossibile prevederlo, ma serviva mettere un punto fermo.

Nel week end, invece, saranno riprogrammate le altre partite della 26° giornata: sabato alle 20,45 Sampdoria-Verona, domenica alla stessa ora Udinese-Fiorentina e lunedì (come antipasto del match scudetto) Milan-Genoa, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia tutte alle 18,30. La 27° giornata slitterebbe al fine settimana successivo e da lì in poi avanti seguendo il calendario.

Una scelta che certifica l'ammissione dell'errore commesso dalla Lega Serie A e che è stato sottolineato con forza e anche in maniera scomposta dal presidente dell'Inter Steven Zhang: un attacco durissimo a Paolo Dal Pino e che difficilmente potrà rientrare senza lasciare strascichi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti